Home Spettacolo Spettacolo Ancona

Ancona Street Food Festival nel week end

0
CONDIVIDI

Per il quarto anno consecutivo, da venerdì 14 a domenica 16 giugno, il Porto Antico di Ancona si trasforma in un crocevia di sapori e odori provenienti da tutt’Italia per la nuova edizione dell’Ancona Street Food Festival. Grigliate, fritti, bombette, olive ascolane, caciucco, moscioli, panelle e tante altre tipicità regionali saranno servite in riva al mare dagli oltre 20 food truck pronti a soddisfare i palati di migliaia di visitatori (12 mila presenze nel 2018).

Un festival delle cucine su ruote, selezionate dalla Raval Family, in collaborazione con Eventeria, in base alla proposta gastronomica, al servizio e all’aspetto estetico.
Grazie all’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centrale e al Comune di Ancona, il festival si svolge in uno dei luoghi più suggestivi di tutto il capoluogo dorico, circondato dal Varco San Primiano, dall’Arco di Traiano e dalla Lanterna Rossa, immerso in un’afascinante area di vestigia storiche e artistiche restituita da poco alla città.

Quest’esplosione di gusto si ispira a un’idea nata negli States e focalizzata sul Junk o Fast food, con le cucine che escono in strada per rivitalizzare i luoghi più
belli delle città. Un fenomeno in crescita che sta prendendo piede in tutto il mondo, ma che qui viene declinato sul tipico e rafnato gusto italiano, con piatti gourmet e specialità tipiche locali.
Giusto per fare qualche esempio, ci saranno i succulenti arrosticini di Abruzzo On The Road, dal Lazio la Gricia di Griciabar Foodtruck, le bontà siciliane di La Panella, gli incredibili hamburger di chianina IGP e cinta senese DOP di Happy Train, la paella del Piranha, il polpo arrosto de L’Apulia, la succosa carne argentina e salsiccia artigianale dell’Osteria Argentina, i fritti di Fritto Dorato e così via tra l’imbarazzo della scelta.
Ma oltre a mangiare bisognerà certamente anche bere. Ecco, quindi, tanta Forst, la birra prodotta in Val Venosta simbolo di tradizione e amore per la natura.
Non manca, ovviamente, la musica live, quest’anno dedicata a tre generi diversi: rockabilly i venerdì con The Lucky Strike e The Johnny Clash Project, cumbia il sabato con Los Cumbiamberos e gipsy jazz la domenica con i Gipsy Caravan.

 

Novità di quest’anno la collaborazione con Hip Nic, collettivo nel quale confuiscono alcuni tra i più noti operatori culturali e di intrattenimento presenti ad Ancona e provincia: Associazione Maree / Porto Bello, Nerto, Arci Ancona, Loop Live Club e Bermuda Eventi. Per tutta la durata del festival saranno loro a curare una parte consistente delle attività collaterali, a partire da un mercatino dedicato all’artigianato e alle autoproduzioni, un music truck ricavato da una vecchia roulotte con consolle integrata dalla quale gli chef-djs del collettivo selezioneranno, cucineranno e somministreranno prelibatezze sonore per tutti i palati, alternandosi ai “fornelli”, una visual art area curata dall’artista Annaclara Di Biase e alcuni spettacoli di strada.
Presente, come sempre, anche un’area bimbi per intrattenere i più piccoli e far rilassare i genitori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here