Home Cronaca Cronaca Ancona

Armi, alcool e droga, perquisizioni ad Ancona

0
CONDIVIDI
Polizia

ANCONA 1 APR.  Operazione a vasto raggio delle Volanti della Questura di Ancona nelle ultime 24 ore con controlli e perquisizioni in tutto il capoluogo dorico.

Gli Agenti delle Volanti, guidati dal Vice Questore Cinzia Nicolini, hanno setacciato il territorio anconetano proseguendo i controlli a scacchiera che, questa volta, si sono concentrati soprattutto nei quartieri Piano San Lazzaro, Archi, Palombella e Grazie.

Nella rete dei controlli sono finiti due anconetani di 22 (droga) e 26 anni (armi), un peruviano di 49 (armi) ed una osimana di 53 anni (alcool).

 

Una decina di grammi tra hashish pregiato e marijuana, è il quantitativo di droga trovato in possesso del giovane anconetano fermato intorno alle 3.00 di questa notte nel quartiere Grazie, mentre rincasava a bordo della sua autovettura. Durante il controllo non sfuggiva agli occhi esperti delle “pantere” un involucro, che il giovane nascondeva all’interno di un calzino, contenente un paio di grammi di hashish. Nel corso della successiva perquisizione domiciliare gli Agenti rinvenivano altra sostanza stupefacente che il giovane deteneva nella sua camera quale abituale consumatore. Per tale motivo è stato segnalato alla locale autorità amministrativa ai sensi dell’art. 75 del D.P.R. 309/90

Sempre questa notte, intorno alle 2.00, un altro equipaggio delle Volanti procedeva al controllo di un’autovettura che transitava in Via Colombo con quattro persone a bordo. Lo strano comportamento del conducente, un cittadino peruviano di 49 anni, induceva gli Agenti ad approfondire il controllo atteso che lo stesso li pressava oltremodo asserendo di avere molta fretta. Sotto al tappetino della parte posteriore dell’autovettura, gli Agenti rinvenivano poco dopo un grosso coltello con lama di 30 cm. Portato in Questura l’uomo veniva denunciato per il possesso illegale dell’arma ai sensi dell’art. 4 della Legge 152/75.

Ieri sera, intorno alle 22.30, sempre al Piano San Lazzaro, gli Agenti intercettavano un’autovettura utilitaria con tre giovani a bordo. Alla vista della Polizia i tre tentavano di dileguarsi dirigendosi il Via Fiorini ove, però, venivano fermati. Nel corso del controllo uno dei tre, un anconetano di 26 anni, già conosciuto dalle Forze dell’Ordine, veniva trovato in possesso di un tirapugni in ferro pronto all’uso dato che era stato riposto nella tasca portaoggetti lato guida. All’interno del mezzo dell’anconetano i poliziotti rinvenivano e sequestravano anche una scatola contenente una quindicina di raudi superzeus. Accompagnato in Questura il giovane è stato denunciato per il possesso illegale dell’arma ai sensi dell’art. 4 della Legge 152/75 .

Ieri pomeriggio, intorno alle ore 15.30, durante un posto di controllo effettuato in Via della Montagnola, i poliziotti delle Volanti intimavano l’alt alla conducente di un’autovettura che procedeva pericolosamente sulla carreggiata a zig-zag. Alla guida un’osimana di 53 anni che appariva subito in evidente stato di ebbrezza tanto da sorprendere gli Agenti atteso che, una volta fermatasi, cominciava a ridere a crepapelle senza riuscire a controllarsi. Le risate terminavano quando, dopo l’alcoltest dal quale risultava avere un tasso alcolemico più del doppio del limite consentito, la donna capiva che non era uno scherzo atteso che, per l’infrazione penale di guida in stato di ebbrezza che aveva commesso, era costretta a nominare un avvocato e consegnare la sua patente di guida ai poliziotti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here