Home Cronaca Cronaca Macerata

Arrestato 64 enne campano a Macerata a Pasqua

0
CONDIVIDI
Polizia

Da circa un mese, infatti, era evaso un campano 64enne, già riconsociuto in base alle indagini della Squadra Mobile della Questura come responsabile di una rapina ai danni di un bar di Macerata.

L’individuo, pluripregiudicato per rapina, porto abusivo di armi, furto ed altro, dopo complesse e laboriose indagini condotte dalla Squadra Mobile, anche con l’ausilio di mezzi tecnologici e informatici, era stato individuato dagli investigatori della Polizia di Stato come l’autore della rapina perpetrata il 17 marzo scorso ai danni dell’Ufficio Postale sito a Macerata in Via Lorenzoni e di un’altra rapina commessa a Jesi (AN) ai danni di una tabaccheria.

Le ricerche del latitante effettuate nel weekend pasquale, hanno condotto nella serata di sabato i poliziotti della Questura nei pressi di un piccolo borgo nel comune di Apiro ove lo stesso si era rifugiato. I poliziotti dopo un lungo appostamento hanno fatto irruzione in un casolare abbandonato, ma il ricercato era riuscito a fuggire pochi minuti prima, testimoniato dal fatto che il camino era ancora acceso. All’interno del casolare venivano rinvenuti un passamontagna, una pistola a salve simile alle armi in dotazione alle forze di Polizia con una scatola di colpi, un paio di guanti neri ed altro materiale.

 

Il fuggiasco, una volta catturato, ha poi raccontato alla Polizia di aver trascorso la notte nei boschi.

Il giorno di Pasqua, nonostante la ricorrenza festiva, gli uomini della Squadra Mobile intensificavano l’attività di indagine e proprio quando il malvivente si sentiva piu’ tranquillo in occasione della festività, pensando di non essere piu’ braccato, le indagini davano i suoi frutti.

Nel pomeriggio del giorno di Pasqua nelle campagne maceratesi veniva individuato un B&B dove gli agenti, certi della presenza del latitante, circondavano lo stabile facendo irruzione immediatamente dopo e procedendo alla cattura del rapinatore trovato in compagnia di una donna.

L’uomo, colpito da un’Ordine di cattura emesso dal Tribunale di Macerata, tentava per l’ennesima volta di sottrarsi alla cattura ma subito veniva bloccato e tratto in arresto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here