Home Economia Economia Ancona

Banca Marche, Asso-consum vuole blocco patrimoni degli AD

1
CONDIVIDI
Banca Marche
Banca Marche
Banca Marche

ANCONA 4 DIC.  L’Asso-consum,  associazione per la difesa dei consumatori, degli utenti e dei cittadini, componente CNCU, alla luce del salvataggio dal rischio di default delle quattro banche, Banca Etruria, Banca Marche, Banca Carife, Banca Carichieti, attraverso l’applicazione del Bail in, per altro prematura rispetto a quanto previsto, ha inviato un ulteriore esposto  alla Procura della Repubblica delle città di riferimento, rispettivamente Arezzo, Ancona, Ferrara e Aquila, chiedendo di prendere in considerazione l’eventualità di bloccare i patrimoni di tutti i componenti dei diversi organi collegiali (consiglio di amministrazione, revisore dei conti, collegio sindacale, etc.)  che hanno contribuito, con la loro negligenza, all’attuale crisi finanziaria della banca. Crisi che, come già messo in evidenza, ha avuto un peso consistente sulle tasche di azioni e obbligazionisti.

“Non è giusto” afferma il presidente Aldo Perrotta “far pagare i consumatori e non chi ha generato questi deficit”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here