Home Cronaca Cronaca Ascoli Piceno

BIZZARRI, UNA COMMESSA DELL’IKEA ALLONTANA LA CASSA INTEGRAZIONE

0
CONDIVIDI

bizzarri_logoASCOLI PICENO 07 LUG.  Orizzonte più roseo per la Bizzarri s. p.a  di Corinaldo, ad un giorno dalla scadenza della procedura di mobilità per 126 lavoratori.  E’ di ieri mattina, infatti,  la notizia che l’IKEA ha richiesto all’azienda una nuova,  importante commessa per la produzione di un componente da cucina. Una linea produttiva che l’IKEA ha valutato positivamente tanto che ha richiesto nuovamente alla Bizzarri – in rapporto  ultraventennale con il colosso svedese ma che negli ultimi tempi non aveva rinnovato ordinativi – di essere fornitore ufficiale.  E’ quanto è emerso questa mattina nella programmata riunione presso l’assessorato regionale al Lavoro per fare il punto della situazione. Una notizia annunciata e sperata nella scorso incontro e che con la conferma di oggiha permesso di arrivare ad un accordo tra Regione , Azienda e Sindacati. A fronte del ritiro della procedura di mobilità da parte dell’Azienda, si utilizzerà la cassa in deroga fino al 31 agosto e per il mese di settembre verrà applicata la CIG ordinaria. Ad ottobre infatti è in programma la ripartenza produttiva.

Alla riunione erano presenti , oltre all’assessore regionale al Lavoro, Marco Luchetti ,  le rappresentanze sindacali FILLEA CGIL, FILCA CISL e FENEAL UIL , alcuni dirigenti dell’azienda e il consulente del lavoro Stefano Carotti. Tutti hanno condiviso la soluzione che permette di evitare la mobilità.

“Una buona notizia dunque – ha rimarcato con soddisfazione l’assessore regionale al Lavoro,  Marco Luchetti – che ci fa ben sperare: riapre prospettive per dare maggiori certezze ai lavoratori e ci consente di scongiurare in primo luogo la mobilità e traghettare fino ad un ricollocamento ad ottobre, quando lo stabilimento potrà riprendere la produzione effettiva.  La conferma da parte di una potenza come IKEA è anche la dimostrazione – ha concluso l’assessore – delle grandi capacità produttive e della cultura imprenditoriale marchigiana che sa esprimere eccellenza, unica strada da percorrere per portarci fuori dalla crisi del manifatturiero. “

 

Stessa soddisfazione è stata espressa dall’amministrazione comunale di Corinaldo che con il sindaco Matteo Principi ha seguito costantemente le fasi di questa vicenda.

Come ha sottolineato, infatti,  il dirigente aziendale  Battistelli: “ Siamo l’unica azienda in Italia in grado di fornire quel tipo di prodotto finito, in forti quantità e  buona qualità. E questo l’IKEA,  che vaglia attentamente ogni dettaglio produttivo e di solidità aziendale,  evidentemente lo ha riconosciuto valido per il suo mercato internazionale, aprendoci anche nuove strade per la ripresa e l’incremento produttivo. In vista della pausa estiva,  periodo in cui le aziende fornitrici di materie prime chiudono per ferie,  non sarà possibile andare però a regime subito ma da ottobre prossimo. Le verifiche sugli impianti per consentire la riapertura sono già a buon punto.”  La Bizzarri SpA nasce nel 1976 da un progetto dei fratelli Adelelmo e Alfonso Bizzarri che insieme decidono di dar vita ad una realtà in grado di soddisfare le esigenze del mercato del mobile da oltre 35 anni. (ad’e)

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here