Home Cronaca Cronaca Ancona

Cane segregato in un balcone, denunciato 50 enne fabrianese

0
CONDIVIDI
Polizia

ANCONA 14 GEN.  Durante i servizi di controllo del territorio, gli Agenti del Commissariato di Fabriano notavano, in una frazione dell’hinterland fabrianese, un cane di grossa taglia che guaiva sul balcone di una abitazione.

I poliziotti immediatamente scendevano dall’auto e verificavano che lo stabile era disabitato e che vi era una tapparella parzialmente alzata che dava accesso ad un balcone, luogo ove si trovava sdraiato il cane, un pastore maremmano, in precarie condizioni fisiche.

Il cane nonostante non riuscisse ad alzarsi, alla vista degli agenti tentava di attirare la loro attenzione aumentando i guaiti e tentando di muovere la testa per essere scorto attraverso la ringhiera.

 

Gli operanti non esitava a soccorrerlo e si arrampicavano fino al balcone dove rilevavano un nauseante odore di escrementi accumulati sul pavimento e l’assenza di un riparo nonché di cibo e acqua per l’animale.

Il cane come se avesse intuito che il suo incubo stava per finire, con slancio si alzava e cercava barcollante di avvicinarsi ai poliziotti che lo abbracciavano rassicurandolo fino all’arrivo del personale del Servizio Veterinario Sanità Animale di Fabriano.

Contemporaneamente i poliziotti rintracciavano il proprietario dell’abitazione che giunto sul posto non poteva fare a meno che ammettere le proprie responsabilità, dichiarando di essere il proprietario dell’animale e tentando di giustificare il suo comportamento, raccontando che il cane era malato da tempo e che proprio per il suo stato di salute non aveva potuto accudirlo a casa.

Accompagnato presso gli Uffici del Commissariato, dopo le formalità di rito, l’uomo , 50enne, cittadino italiano, residente nel comune di Fabriano, veniva denunciato per il reato di maltrattamenti di animali.

Il cane veniva affidato alle cure del servizio veterinario comunale

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here