Home Cronaca Cronaca Ancona

CONSEGNA TRENO SWING, SCIAPICHETTI “SEGNO DI VITALITA’ PER LE MARCHE”

1
CONDIVIDI
Regione Marche

marche_regioneANCONA 17 LUG. Trenitalia ha consegnato alla Regione Marche il nuovo treno diesel Swing per i pendolari della tratta Civitanova-Macerata-Fabriano-Ancona. La cerimonia si è svolta alla stazione ferroviaria di Macerata, con un viaggio inaugurale delle autorità fino ad Ancona e fermata intermedia a Civitanova Marche. Un’ora a bordo di un convoglio formato da tre carrozze, con architettura open space per offrire un’esperienza di viaggio più gradevole al passeggero e una visibilità complessiva al personale di bordo. Il treno è dotato di tutti i confort e con 161 posti disponibili. Operativo da lunedì 20 luglio (insieme a un altro Swing), sarà il primo degli otto che circoleranno sui binari marchigiani entro settembre. Si aggiungeranno agli otto Jazz (treni elettrici) in servizio dall’aprile scorso su altre linee regionali. La fornitura rientra nel contratto di servizio tra Regione Marche e Trenitalia che prevede un rinnovo dei mezzi per i pendolari. “Quello delle Marche è un programma ambizioso che riusciamo a soddisfare perché la Regione onora con regolarità gli obblighi contrattuali e ci mette nelle condizione di realizzare gli investimenti”, ha sottolineato l’amministratore delegato di Trenitalia, Vincenzo Soprano. Sono convogli delle tratte locali che non beneficiano di sovvenzioni pubbliche (nazionali o europee), per cui gli oneri sono a carico delle Regioni che li commissionano. “In Italia circolano treni mediamente in servizio da 25 anni. Le Marche hanno scelto di destinare risorse significative al rinnovo del parco viaggiante utilizzato dai pendolari”, ha concluso Soprano. L’assessore regionale ai Trasporti, Angelo Sciapichetti, ha ribadito che la tratta “è strategica nell’ambito delle politiche di mobilità promosse dalla Regione. Abbiamo accelerato per dare un segnale di vitalità a un collegamento giustamente criticato per la sua inadeguatezza e Trenitalia ha mostrato attenzione alle nostre esigenze. Ora Macerata è un vero hub del trasporto ferroviario pendolare. Dal 31 agosto, festa del patrono, da Macerata partiranno 11 corse giornaliere verso Ancona. Sarà possibile raggiungere il capoluogo regionale in un’ora. Ci sono tutte le condizioni per rendere la città dello Sferisterio fruibile ai visitatori”. Soddisfazione è stata espressa dal sindaco Romano Carancini: “Assistiamo al potenziamento di un valore fondamentale per la qualità di vita delle persone, come la mobilità ferroviaria. Quella maceratese dispone ora di mezzi dignitosi e al passo dei tempi. Macerata acquista il ruolo di snodo ferroviario provinciale. Questo deve essere un punto di partenza per promuovere forme di mobilità semplice, economiche, alla portata di tutti”. Di “successo per la comunità dei territori” ha parlato il presidente della Provincia, Antonio Pettinari. “Negli anni ’80 e ’90 era una tratta da tagliare per gli eccessivi costi di gestione. Oggi vengono fatti investimenti che consentono al maceratese di collegarsi con il resto della regione”.

1 COMMENT

  1. Per fortuna è un “segno di vitalità”!!! Anche stamattina a Matelica avevamo accumulato 10 min di ritardo. Treno “stracolmo” e pendolari in piedi o seduti sugli scalini. Vergognoso!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here