Home Cronaca

CONTRATTA CON UNA PROSTITUTA: MULTA A CASA E DIVORZIO

1
CONDIVIDI
Prostituzione

prostituzioneANCONA 10 GIU. Oltre il danno la beffa per un uomo di Senigallia, come si suol dire “cornuto e mazziato”.

Ha contrattato con una prostituta nelle strade senigalliesi e i vigili gli hanno recapitato una multa a casa di 400 euro.

Il problema è stato che l’uomo non era in casa in quel momento e la multa l’ha ritirata la moglie che pochi istanti dopo ha chiesto il divorzio.

 

Una storia che ha del grottesco e che sembra di una commedia anni 80 piu che una storia vera.

1 COMMENT

  1. Affermo che le Ordinanze Sindacali ed i Regolamenti di Polizia Urbana devono essere conformi ai principi generali dell’Ordinamento, secondo i quali la prostituzione su strada non può essere vietata in maniera vasta ed indeterminata. Di conseguenza, i relativi verbali di contravvenzione possono essere impugnati in un ricorso. In più per le medesime ragioni, i primi provvedimenti suddetti non possono essere emessi per problematiche permanenti ed i secondi non possono riguardare materie di sicurezza e/o ordine pubblico.
    Inoltre, in questo caso si possono benissimo chiedere i relativi danni per violazione della privacy.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here