Home Sport Sport Ascoli Piceno

Cremonese-Ascoli, Zanetti: Capiremo il nostro reale valore

0
CONDIVIDI
Zanetti

Prima della partenza per Cremona Mister Zanetti ha presentato il match con i lombardi in conferenza stampa.

“Abbiamo lavorato per recuperare un po’ di forze, la condizione psicologica dei ragazzi è senz’altro buona, un po’ meno quella fisica; sono contento della settimana di lavoro, la squadra mi ha dimostrato di essere matura, si è allenata a mille all’ora. La realtà è che la classifica non si può guardare ora, dobbiamo pensare a crescere, a fare la prestazione, a confrontarci con squadre che vogliono arrivare prime e domani il match contro la Cremonese ci servirà per capire la nostra reale dimensione. Nell’ottica delle tre partite in otto giorni devo valutare lo stato di forma di qualcuno. C’è qualche ballottaggio in ogni ruolo, continuo su questa linea che finora sta tenendo tutti sul pezzo. Non c’è un ruolo in cui non abbia dubbi, la nostra è una squadra equilibrata, con valori molto simili, ma la struttua della squadra si sta pian piano delineando. Sì, anche in porta c’è un ballottaggio, però dovrò definire al più presto la situazione perché il ruolo del portiere è diverso dagli altri, parlo sempre col preparatore Marini, che li allena molto bene, è difficile scegliere, ma fa parte del mestiere di allenatore prendersi le responsabilità, ma domani farò una scelta definitiva. Non sarà una bocciatura per uno dei due perché sono due portieri che si equivalgono, che hanno caratteristiche diverse, in alcuni aspetti fondamentali. A livello umano mi dispiace come mi dispiace lasciare fuori ad ogni gara tutti quelli che non scendono in campo. La Cremonese è una squadra molto forte, che ha dichiaratamente l’obiettivo di vincere il campionato, è una corazzata per la categoria e noi non dovremo dar loro coraggio. Arriviamo a questa gara nel momento giusto, abbiamo tutte le possibilità per metterli in difficoltà, è una squadra duttile tatticamente, ha un attacco importante, Ciofani è forte in area e a far salire la squadra. Quella di domani è una partita che si motiva da sola, non dobbiamo avere paura di niente e dobbiamo pensare alle nostre qualità.



Loading...