Home Cultura Cultura Ancona

DISTRETTO CULTURALE EVOLUTO MARCHE 30 GIORNI DI PROROGA PER I PROGETTI DI INTERESSE REGIONALE

0
CONDIVIDI
regione marche

regione_marche_sedeANCONA. 30 APR. Il grande interesse e fermento progettuale dimostrati per il Distretto Culturale Evoluto hanno indotto l’Assessorato regionale alla Cultura ad adottare un provvedimento di proroga della scadenza per la presentazione delle candidature da sottoporre ai sensi dell’Avviso pubblico per i progetti di interesse regionale.

L’avviso, pubblicato lo scorso 21 di febbraio sul Bollettino Ufficiale della Regione Marche, fissava la scadenza per la presentazione dei progetti al prossimo 22 di maggio, scadenza posticipata con un provvedimento di recente adozione al 21 di giugno, con un allungamento dei termini di 30 giorni.

Con una dotazione finanziaria di 1.800.000,00 euro e una mobilitazione di risorse stimabile in almeno 5 milioni di euro, l’avviso pubblico intende sostenere, con il concorso finanziario regionale, progetti promossi in partenariato tra soggetti pubblici e operatori privati, con capofila enti pubblici, caratterizzati da forti componenti culturali e creative e capaci di innescare economie locali coinvolgendo operatori economici appartenenti a filiere diverse.

 

Per illustrare i contenuti dell’avviso, le modalità di candidatura e i servizi alla progettazione è stato promosso un ciclo  di incontri, con almeno un appuntamento in ogni ambito provinciale, e sono stati attivati servizi di assistenza e seminari di approfondimento per beneficiari e progettisti.

“In occasione degli incontri promossi  – sostiene l’assessore regionale alla Cultura, Pietro Marcolini – è emersa in particolare la natura complessa dei progetti che dovranno mirare, in coerenza con le linee indicate nell’Avviso pubblico, all’innovazione di prodotti e servizi culturali attraverso partenariati stabili e sviluppo di start up, spin off universitari e modelli di business innovativi, caratterizzati da una robusta sostenibilità economica durante il ciclo di realizzazione del progetto ed oltre, documentata da accurati business plan. Il confronto con gli operatori ha determinato la decisione di concedere una breve proroga ai gruppi di progettazione per meglio mettere a punto i meccanismi di partenariato e di aggregazione in rete, necessari alla presentazione delle candidature dei partner pubblici e privati, nonché i piani di gestione economico–finanziaria delle attività previste”.

Contestualmente all’avviso pubblico, al fine di promuovere lo sviluppo territoriale a base culturale, la Regione ha attivato una quota pari a 600.000,00 euro a titolo di anticipazione delle spese sostenute per la progettazione di quei progetti che saranno ritenuti ammissibili, ma non finanziabili per mancanza di risorse. Si tratta di un intervento innovativo che intende favorire una progettazione qualificata ed economicamente sostenibile. Infine, un ulteriore strumento finanziario affiancherà il ciclo di progettazione con l’attivazione del Fondo di rotazione di 2,2 milioni di euro espressamente dedicato alle imprese culturali e creative.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here