Home Cronaca Cronaca Ascoli Piceno

Edilizia, Nasce Ad Ascoli il Centro Appalti di Confartigianato Imprese

0
CONDIVIDI
Edilizia nelle Marche
Edilizia nelle Marche
Edilizia nelle Marche

ASCOLI PICENO 3 FEB. Nella mattina di ieri (martedì 2 febbraio), presso la Sala Gialla della Camera di Commercio di Ascoli Piceno, la Confartigianato Imprese ha presentato  il “Centro APPALTI”.
Erano presenti: Gino Sabatini Presidente della CCIAA di Ascoli Piceno, Natascia Troli e Luigi Tempera, Presidente e Vice Presidente vicario della Confartigianato AP-FM, Giuliano Fratoni, Presidente Confartigianato Edilizia e Filippo Stea, consulente Confartigianato per il “Centro APPALTI”.
Il presidente Sabatini ha riconosciuto all’iniziativa un’ottima validità, in questo modo l’Associazione – sostenuta nel progetto anche da un contributo economico della Camera di Commercio di Ascoli Piceno – si rende estremamente utile alle imprese che non potendo contare su una struttura propria in grado di adempiere agli obblighi burocratici necessari per rispondere alle gare di appalto, possono contare sull’appoggio qualificato della Confartigianato.
La Presidente Natascia Troli ha evidenziato nel progetto la bontà di un’Associazione che intende sostenere tutte quelle azioni mirate al sostegno delle Micro e Piccole imprese che ancora, nonostante il perdurare della crisi, portano avanti con sacrificio ogni giorno un’attività lavorativa sempre più gravosa (difficoltà nei pagamenti, limitato accesso al credito, stagnazione dei consumi).
Il presidente della categoria Edilia Confartigianato, Giuliano Fratoni, evidenziando il ruolo ancora limitato della MPI nel rispondere alle gare di appalto, ha auspicato un’inversione di tendenza, anche grazie al fattivo contributo del neo-nato “Centro APPALTI”.
Luigi tempera, vice presidente vicario dell’associazione artigiana ha elogiato l’idea del nuovo strumento che porrà l’associazione ancora di più al servizio della realtà artigiana locale, soprattutto per il disbrigo pratico degli oneri burocratici in sede di risposta alle gare pubbliche.
Filippo Stea, consulente della Confartigianato, ha esposto tecnicamente il funzionamento del “Centro APPALTI”, il quale nella prima fase, fornirà alle imprese le opportunità di gare pubbliche provenienti dalle regioni del Centro Italia, con l’auspicio di una crescita imprenditoriale sempre maggiore che ponga le aziende in grado di confrontarsi con realtà di livello nazionale.

L’Italia è ‘maglia nera’ in Europa, insieme a Portogallo e Grecia, per la più bassa partecipazione delle micro e piccole imprese agli appalti pubblici. Un recente studio vede partecipare ad appalti pubblici soltanto il 13% delle micro e piccole imprese, nonostante esse rappresentino il 99,4% delle imprese italiane, contribuiscano al 20% della ricchezza nazionale e pesino per il 39% sull’economia reale.

Il nuovo servizio rivolto alle realtà imprenditoriali sarà un punto di ricevimento e scambio informativo sul versante delle gare pubbliche/appalti. Non un semplice sportello informativo. Lo sportello si struttura secondo questi profili e potenzialità:
monitoraggio aggiornato e capillare relativo alle gare di appalto in essere a misura d’azienda;
azione informativa mirata alle imprese artigiane: piccole dimensioni, appalti sino ad € 150.000,00;
supporto all’artigiano al fine di creare le migliori condizioni per la partecipazione alle procedure di gara più consapevole e mirata, con particolare attenzione al tipo di gara in relazione alle dimensioni dell’impresa;
consulenza sui requisiti e sulla documentazione richiesta per la partecipazione alle gare;
informativa generale su tutti i tipi di gare che possono essere esperite dalle varie stazioni appaltanti, procedure, sedute, par condicio, privacy e soccorso istruttorio;
affiancamento (in caso di aggiudicazione) fino alla stipula del contratto di appalto (o atto di cottimo);
aiuto ai giovani imprenditori nell’approccio con tutto il sistema degli appalti (procedure, obblighi, sanzioni, PASSOE, soccorso istruttorio, rapporto con l’ANAC, garanzia, subappalti, etc..) favorendo la loro crescita imprenditoriale (qualificazione SOA) e formativa per aprire nuove prospettive di business.

 

In aggiunta, ai giovani imprenditori la Confartigianato propone altresì un percorso formativo rapido e agevole al fine di fornire ai giovani imprenditori le coordinate necessarie e le nozioni basilari per affrontare una gara pubblica.
Nello specifico saranno fornite informazioni distinte nelle seguenti macrounità didattiche:
gare pubbliche, disciplina e normativa – requisiti necessari. Predisposizione documentazione di gara e cenni di informatica (gestione file, word processing, creazione file negli standard previsti dalla P.A.);
seduta di gara, procedure – ricorsi ed accesso agli atti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here