Home Cronaca Cronaca Ancona

ERSU, LA REGIONE PROPONE IL COMMISSARIAMENTO

0
CONDIVIDI
regione marche

regione marcheANCONA 21 LUG.  La giunta regionale ha trasmesso per l’esame e l’approvazione dell’Assemblea legislativa una proposta di legge che prevede il commissariamento degli Ersu in attesa del riordino generale degli Enti regionali per il diritto allo Studio Universitario.
Pertanto la Regione non effettuerà ora le nomine dei presidenti e dei componenti i Consigli di amministrazione, in scadenza nel 2015, ma individuerà, per ciascun ente (Ancona, Camerino, Macerata e Urbino) un commissario straordinario. I commissari resteranno in carica fino all’approvazione della nuova legge regionale di riordino e, comunque, per un massimo di sei mesi.
I commissari straordinari svolgeranno le loro funzioni, “assicurando forme di consultazione con le rappresentanze degli studenti, dei Comuni sede degli Ersu e le Università”. Anche i revisori dei conti degli Ersu verranno prorogati per la stessa durata prevista per i commissari straordinari.
“La scelta – afferma l’assessore all’Istruzione e Diritto allo Studio , Loretta Bravi – è quella di avviare una completa riorganizzazione degli Ersu, definendo un nuovo modello di Ente che sappia rispondere alle esigenze, in termini di servizi e opportunità, manifestate dal mondo universitario. Nel settore del diritto allo studio universitario è necessario individuare un nuovo modello organizzativo, a fronte delle difficoltà di gestione e delle sofferenze di bilancio che richiedono una razionalizzazione delle attività. In vista della riorganizzazione che proporremo al Consiglio regionale, si è ritenuto opportuno non rinnovare presidenti e consigli di amministrazione, ma di sostituirli con commissari straordinari, con un mandato limitato nel tempo, in modo da consentire tutti i passaggi legislativi e amministrativi che porteranno alla definizione dei nuovi Ersu”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here