Home Spettacolo Spettacolo Macerata

Festa dell’Agricoltura nel week end a Fiastra

0
CONDIVIDI

Una festa, ma anche un importante momento per approfondire i problemi e le opportunità dell’agricoltura regionale e nazionale.

L’appuntamento è fissato nelle giornate di sabato 5 e domenica 6 ottobre, ad Abbadia di Fiastra (Tolentino-Urbisaglia) con la Festa nazionale di Copagri (Confederazione produttori agricoli). Una “due giorni” dedicata agli agricoltori e ai consumatori, con mostre mercato, convegni, laboratori, giochi, spettacoli e Street food. Il programma è stato presentato oggi, in Regione, dal presidente nazionale Copagri Franco Verrascina, regionale Giovanni Bernardini e dalla vicepresidente Anna Casini, assessore all’Agricoltura. “Come Regione promuoveremo alcune opportunità offerte dal Programma di sviluppo rurale (Psr), ad esempio nel settore dell’agricoltura di precisione, delle piante officinali, dell’etichettatura a salvaguardia della certificazione e della qualità dei prodotti”, ha detto Casini.

Il presidente Verrascina ha ricordato che la conferma della “location” è un segno di attenzione per le zone terremotate: “Avevamo pensato di spostare la festa in altre località, ma siamo rimasti qui come gesto di vicinanza e speranza per gli agricoltori marchigiani. L’agricoltura non ha bisogno di aiuti, ma di investimenti. Ha bisogno di infrastrutture moderne per aggredire i mercati. Mentre al nord di discute di Tav si, Tav no, l’Italia centrale e meridionale attende ancora il raddoppio del binario ferroviario. Il nostro punto di riferimento è l’Europa, salvaguardando sempre le nostre produzioni”. Ha parlato della necessità di “produrre quello che chiedono il consumatore e l’industria agroalimentare, che oggi è sinonimo di sostenibilità. Va promosso un confronto serio con i consumatori sulla sostenibilità dei prezzi che deve remunerare i costi della sostenibilità dei prodotti”. Bernardini ha ricordato che “l’agricoltura continua a rappresentare un motore di sviluppo dei territori colpiti dal sisma. La Regione Marche, con il Psr, sostiene questa crescita. Con la nostra manifestazione nazionale ribadiamo l’interesse e l’attenzione che il comparto merita”. Il filo conduttore dell’appuntamento di quest’anno sarà “il benessere legato alla natura”. Una connessione stretta tra un comparto economico e l’ambiente, ma anche tra agricoltura e benessere, con particolare attenzione all’innovazione e alla multifunzionalità del settore primario.



Loading...