Home Cronaca Cronaca Ascoli Piceno

FORUM DELLE CITTA’ DELL’ADRIATICO E DELLO IONIO A SAN BENEDETTO DEL TRONTO

0
CONDIVIDI

sanbenedettoASCOLI PICENO 05 LUG.  L’assessore alle Politiche Comunitarie, Paola Giorgi, ha partecipato alla riunione del Consiglio direttivo del Forum delle città dell’Adriatico e dello Ionio. L’incontro si è svolto a San Benedetto del Tronto. All’ordine del giorno, la discussione sulle linee d’indirizzo, sulla relazione finanziaria  2013-2014, sulle richieste di nuove adesioni. Giorgi ha portato il saluto della Regione, evidenziando come il meeting si sia svolto in una fase cruciale del lungo percorso per la costruzione della Macroregione adriatico ionica. Lo scorso 26 giugno è stato infatti approvato, all’unanimità, dal Comitato delle Regioni d’Europa, il Parere sulla strategia Eusair. Il via libera al Parere ha seguito di pochi giorni l’altrettanto importante approvazione, da parte della Commissione Europea, della Comunicazione sulla strategia dell’Unione europea Eusair e del Piano di azione e di lavoro, poi presentati al Consiglio Affari Generali a Lussemburgo. Ora non resta che l’ultimo atto formale, previsto per ottobre, da parte del Consiglio europeo. Dopodiché, dal primo gennaio 2015, la Macroregione sarà operativa. “La Macroregione Adriatico Ionica trae nutrimento dal percorso di dialogo, condivisione e confronto che negli anni, grazie anche al lavoro dei network quali il Forum delle Città, è stato costruito – ha detto l’assessore nel suo saluto – Un percorso concreto di sussidiarietà che conferisce solidità alla Strategia e fortemente voluto dal presidente Spacca a cui vanno riconosciute una lungimiranza strategica e una determinazione che posizionano oggi le Marche nel ruolo da protagonista nel contesto Macroregionale. Ivo Andric, scrittore e diplomatico, balcanico, scrive: Di tutto ciò che l’uomo, spinto dal suo istinto vitale, costruisce ed erige, nulla è più bello e prezioso per me dei ponti….appartengono a tutti e sono uguali per tutti, sempre costruito nel punto in cui si incrocia la maggior parte delle necessità umane. È come se in questi anni si fosse costruito un ponte che, dal 2015, con l’approvazione della Macroregione, iniziamo a percorrere”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here