Home Cronaca Cronaca Ancona

IN “VILLEGGIATURA” TENTA AD ANCONA IL FURTO IN GIOIELLERIA. L’INTERVENTO DEI POLIZIOTTI

2
CONDIVIDI

polizia-spostamento-rotolopolizia arrivo gioielleriaANCONA. 6 MAG. Era giunta da Milano a trascorrere qualche giorno di riposo per il week end del primo maggio ma ne ha approfittato anche per tentare di mettere a segno un colpo a Senigallia, presso una gioielleria.

Nel pomeriggio, all’interno del negozio, si presentava una distinta signora che chiedeva di visionare, per l’acquisto, delle medaglie in oro.

Il gioielliere mostrava alcuni oggetti, prelevandoli dai classici rotoli espositivi. Dopo averne mostrati vari di questi oggetti, il negoziante si accorgeva, però, di alcuni strani movimenti da parte della signora che, cercando di sfruttare i momenti in cui egli si allontanava per prendere altri oggetti da mostrare, tentava di avvicinare i rotoli per nasconderli sotto la propria borsa, con evidente scopo furtivo.

 

Dopo vari tentavi di questo tipo, capendo che la richiesta di visionare le medagliette era solo strumentale a distrarlo, il commerciante ha fatto scattare l’allarme collegato con la sala operativa del Commissariato della Polizia di Stato di Senigallia che, immediatamente, inviava la pattuglia dei poliziotti di quartiere che quotidianamente operano in città.

Giunti presso la gioielleria, gli agenti entravano e la donna, vista “l’ingombrante” presenza tentava di allontanarsi dal negozio.

Però i poliziotti, capendo la situazione, bloccavano immediatamente la donna. Resisi conto – anche dalla visione delle immagini registrate dall’impianto di video sorveglianza interna – dell’azione che questa più volte aveva tentato di compiere, gli agenti procedevano all’identificazione.Da qui emergeva trattarsi di una donna, P.M., di anni 50, originaria della provincia di Milano.

La donna veniva dunque condotta presso gli uffici del Commissariato di P.S. dove emergeva che tratta vasi di una ladra seriale, avendo un passato, fin dalla minore età, costellato di furti e rapine commesse in varie città del centro-nord Italia, anche di lieve entità, ma idonei a far capire come la stessa viva di espedienti criminali.

La donna, cercava maldestramente di giustificare il proprio operato, motivando la propria presenza a Senigallia con l’intenzione di incontrare il proprio fidanzato, risultato anche lui pregiudicato, per trascorrere alcuni giorni di relax.

La donna veniva denunciata per tentavo furto e, visti i trascorsi penali, veniva anche allontanata dalla città di Senigallia con provvedimento del Questore che ha previsto il divieto di ritorno per tre anni.

Nella circostanza, la perfetta sinergia tra la richiesta di aiuto fatta pervenire al 113 della Polizia e l’intervento operato dai Poliziotti di Quartiere e dalla Volante operanti in città ha consentito di evitare un furto che, se fosse riuscito, poteva rivelarsi di considerevole entità, data la quantità di gioielli conservati dentro al rotolo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here