Home Cronaca

INCONTRO VERTENZA BIZZARRI DI CORINALDO, LUCCHETTI: “STIAMO CERCANDO VIA D’USCITA”

0
CONDIVIDI

RIL_6939_STANCONA 03 APR.  Da questo tavolo esce una proposta all’azienda per individuare una via d’uscita alla drammatica situazione in cui versa la Bizzarri”: così l’assessore al Lavoro, Marco Luchetti, all’incontro di ieri mattina in Regione sull’impresa del settore legno di Corinaldo a rischio di chiusura. In presenza del Sindaco di Corinaldo, Matteo Principi, delle organizzazioni sindacali di categoria e dei vertici aziendali della Bizzarri, l’assessore ha tracciato alcune linee per una possibile strada da percorrere per rispondere alle criticità allarmanti e alle preoccupazioni dei 126 lavoratori in cassa integrazione che terminerà a giugno.

“Chiedo la massima disponibilità degli azionisti, i due fratelli Bizzarri, ad una eventuale cessione dell’azienda a chi potrebbe intraprendere un percorso di ripresa dell’attività produttiva del sito” ha detto Luchetti. “Apriremo al più presto anche un confronto con Confindustria per individuare eventuali proposte di imprenditori del settore”.

Disponibilità totale da parte della Regione, ha rimarcato Luchetti, nel seguire e ‘dare una mano concreta’ ad affrontare questa drammatica fase di crisi in cui versano purtroppo molte aziende del territorio. “Difficoltà divenute insostenibili – hanno spiegato i vertici aziendali della Bizzarri – a causa delle mancate commesse anche da parte di colossi mondiali come Ikea che rappresentavano la parte preponderante del fatturato. La Bizzarri è un’azienda storica, da 35 anni sul mercato internazionale, che ha visto scendere radicalmente il proprio fatturato nell’ultimo decennio”.

 

L’incontro di questa mattina, chiesto con urgenza dal Sindaco di Corinaldo e dalle organizzazioni sindacali, è stato un primo confronto per scongiurare la chiusura e la conseguente perdita di lavoro dei dipendenti di un’azienda ormai storica che impiega numerosi nuclei familiari della comunità corinaldese. L’assessore Luchetti ha invitato i presenti alla massima collaborazione e fissato un aggiornamento entro i prossimi dieci giorni per il punto della situazione.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here