Home Cronaca Cronaca Ancona

Inizio Anno Scolastico, Il Saluto della Giunta Regionale Agli Studenti

0
CONDIVIDI
Studenti
Studenti
Studenti

ANCONA 12 SET.  In occasione dell’inizio del nuovo anno scolastico, il presidente della Giunta e gli assessori regionali effettueranno diverse tappe per salutare gli studenti. Il prossimo 12 settembre l’assessore Angelo Sciapichetti parteciperà a Montecassiano, alla cerimonia di avvio presso l’ex ospedale civile che ospita la scuola di Via Carducci in corso di ristrutturazione; il 14 il presidente Luca Ceriscioli visiterà gli ex alunni dell’Itis Mattei di Urbino; l’assessore Loretta Bravi si recherà nella “sua” scuola, l’istituto omnicomprensivo di Sassocorvaro – Montefeltro (ore 9:00) e all’ISS Volta polo scolastico 3 di Fano (ore 10:30); l’assessore Anna Casini andrà a San Benedetto del Tronto all’inaugurazione della nuova scuola Cursi in Piazza Carlo Alberto Dalla Chiesa; l’assessore Moreno Pieroni sarà a Loreto alla Scuola media Lorenzo Lotto, mentre il 19 l’assessore Cesetti saluterà gli studenti del Liceo Scienze Umane “Annibal Caro” di Fermo inaugurando il plesso scolastico ristrutturato di “Palazzo Sacconi”(ore 8:45). L’assessora Manuela Bora si recherà, invece, al Liceo scientifico statale Leonardo Da Vinci di Jesi, che ha frequentato da studentessa, in una data che si sta concordando con l’istituto scolastico.

Sempre in vista dell’avvio delle lezioni, l’assessore all’Istruzione Bravi rivolge una saluto al mondo scolastico marchigiano. “Carissimi studenti, docenti, dirigenti scolastici, personale Ata, genitori, nell’augurarvi un buon anno scolastico auspico per tutti voi un’autentica esperienza educativa, una relazione quotidiana sorretta da un solido progetto di formazione e istruzione. Siamo chiamati a collaborare affinché la scuola diventi sempre più luogo privilegiato per la costruzione della propria identità e personalità, luogo di motivazione e impegno, di incontro con l’altro e quindi di appartenenza sociale. Si ricomincia con notevoli punti di criticità (classi a rischio, edilizia inadeguata, mancanza di dirigenti scolastici e di personale Ata); c’è però un rinnovato investimento sulla scuola, di intenti e di fondi economici e questo non va taciuto. La scuola non ha avuto riforme strutturali, da decenni vive nel dimenticatoio e si è retta sulla volontà e la professionalità di tutto il personale. Ora c’è un movimento significativo e tutti auspichiamo che la “Buona Scuola” prenda le sembianze di una scuola buona, veramente attenta alle istanze educative e didattiche, alle sfide poste dal mondo del lavoro, fondamentali per un decreto che voglia dirsi “riforma”. La cultura scolastica non si identifica con il mero sapere, permane sostanzialmente l’acquisizione di un modo di essere, la capacità di attraversare le diverse discipline con l’autorevolezza di un metodo, dato dagli adulti, e la coscienza che ciò che si apprende non è estraneo a sé, ma apre intelligenza e cuore. Chiedo, soprattutto a voi giovani, di credere fermamente nella costruzione quotidiana del vostro futuro; l’archeologo di Palmira, martire del nostro tempo, ha nascosto il tesoro perché non venisse distrutto ciò che è prezioso. Abbiate cura della preziosità della scuola! Buon lavoro a noi tutti”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here