Home Cronaca Cronaca Pesaro-Urbino

ISMAELE UCCISO A 17 ANNI. FERMATI DUE ALBANESI

0
CONDIVIDI
ismaele lulli

ismaele lulliPESARO. 22 LUG. C’è l’ ammisisone dei carnefici per l’omicidio di Ismaele Lulli, il 17enne trovato morto sgozzato a Sant’Angelo in Vado. Si tratta di due ragazzi albanesi: Igli Meta e Marjo Mema, suoi amici.

Da quanto spiegano i carabinieri, i due tesero una trappola ad Ismaele fermandosi alla fermata del bus dove si trovava il ragazzo ed invitandolo ad andare a fare un bagno al fiume.

Ismaele salì spontaneamente sull’auto di Meta, ‘senza costrizioni’. I tre in auto si diressero a San Martino in Selva Nera, luogo dell’omicidio.

 

Ismaele è stato legato con del nastro adesivo da pacchi e colpito alla gola con un coltello sotto ad una croce di ferro, in cima ad un poggio in località San Martino in Selva Nera. Con un solo colpo mortale al collo: è morto così Ismaele Lulli, nella ricostruzione dei carabinieri.

Il movente dell’omicidio sarebbe passionale: ci sarebbe la gelosia del ventenne per la frequentazione della fidanzata diciannovenne con Ismaele.

Frequentazione per altro assolutamente innocente, secondo alcuni investigatori.

Di Ismaele, studente dell’istituto alberghiero di Piobbico, si erano perse le tracce da domenica pomeriggio, quando aveva inviato un sms ai familiari col quale diceva: “Cambio vita, vado a Milano, non mi cercate”. (nella foto di Facebook. Ismaele Lulli, la vittima).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here