Home Cronaca

LA REGIONE A SOSTEGNO DEGLI STUDENTI CON DIFFICOLTA’ ECONOMICHE E DISAGI SOCIALI

0
CONDIVIDI

scuola banchi aulaANCONA 03 APR.  Rientra nelle modalità del welfare dello studente la misura adottata dalla Regione per incrementare l’offerta di servizi rivolta ai giovani che frequentano le scuole secondarie di primo e secondo grado statali e paritarie residenti nelle Marche. La Giunta, su proposta dell’assessore all’Istruzione e Lavoro, Marco Luchetti, ha trasmesso al Consiglio delle Autonomie Locali per il parere uno schema di deliberazione che traccia indirizzi ai Comuni per l’attribuzione di contributi e benefici ai servizi che facilitano l’accesso e la frequenza dei corsi nell’anno scolastico 2013/2014.

“L’intervento è rivolto alle famiglie in difficoltà economiche o in situazioni di particolare disagio  – specifica l’assessore – Come avvenuto per la fornitura gratuita o semigratuita dei libri di testo, rientra tra le misure per il diritto allo studio alleviando l’onere delle spese per il trasporto scolastico”.

I benefici, concessi a studenti che non ne ricevano di analoghi dalle pubbliche amministrazioni,  sono per i servizi di trasporto urbano ed extraurbano per raggiungere la sede scolastica anche con riferimento a peculiari esigenze di studenti con disabilità. Tra i requisiti prioritari, le condizioni economiche accertate sulla base dell’Indicatore della situazione economica equivalente (Isee) che deve essere inferiore a 10 mila euro circa. Il contributo per spese di trasporto o assistenza specialistica nel Comune di residenza è di 100 euro, mentre fuori dal Comune è di 150 euro. Con propri avvisi pubblici i Comuni, a partire dalla fine del mese,  provvederanno ad attivare l’intervento per gli studenti – finanziato con risorse statali – sulla base del requisito della residenza anagrafica includendo i residenti che frequentano scuole in altre Regioni.

 

La graduatoria delle domande di contributo per l’anno scolastico 2013/2014 e il numero dei beneficiari distinti per tipologia dovranno essere trasmessi dai Comuni alla Regione Marche entro il 15 maggio 2014.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here