Home Cronaca Cronaca Ancona

LAVORO MARCHE, SUSSIDI PER DISOCCUPATI SETTORE LEGNO

0
CONDIVIDI
OCCUPAZIONE LAVORO

disoccupazione_lavoroANCONA 6 LUG. Il Ministero del Lavoro ha assegnato alle Marche un’importante mole di risorse – precisamente 2 milioni e 255 mila euro – per realizzare alcune azioni di politiche attive del lavoro a favore di circa 1600 lavoratori disoccupati del settore manifatturiero del Legno –Mobile, di età superiore ai 50 anni.
Questa mattina , la giunta regionale ha infatti preso atto del decreto di approvazione da parte del Ministero del Lavoro e della relativa assegnazione di fondi a favore di un progetto presentato dalla Regione per l’accesso al Fondo Nazionale per le Politiche attive del Lavoro.
“ Con soddisfazione – ha commentato l’assessore regionale al Lavoro-Istruzione –Formazione, Loretta Bravi – abbiamo appreso di essere tra le 5 Regioni ( insieme a Lazio, Lombardia, Emilia Romagna e Sardegna) su 13 che hanno presentato un progetto, ad aver superato positivamente la valutazione . A conferma, dunque, della capacità progettuale della Regione Marche e – non meno importante – della capacità di intercettare risorse in un periodo così difficile. Va sottolineato, inoltre, che queste risorse saranno destinate ai lavoratori di un settore, quello del Legno -Mobile che ha subito negli ultimi anni duri contraccolpi dalla crisi economica . Una risposta concreta, oltretutto, alle esigenze di riqualificazione, formazione e aggiornamento di una fascia del capitale umano forse più penalizzata dalla recessione, quella degli over 50. Ora sarà avviata la fase esecutiva del progetto per modulare l’accesso attraverso criteri e priorità che tengano conto, tra l’altro, dei periodi di disoccupazione.”
Obiettivo generale della proposta progettuale è il reinserimento lavorativo dei disoccupati attraverso misure di politica attiva che fanno parte di un piano operativo articolato. Sono previsti sia servizi minimi di base rivolti a tutti i beneficiari, sia servizi mirati a destinatari specifici, quali bilancio delle competenze, counseling orientativo/placement, profiling, orientamento formativo. Quindi saranno avviati diversi percorsi specifici a scelta tra: contratto di Ricollocazione (assistenza nella ricerca di un nuovo lavoro+voucher); percorsi formativi professionalizzanti;
percorsi formativi per l’autoimprenditorialità;tirocini; interventi di sostegno alla creazione di impresa;incentivi all’assunzione. (ad’e)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here