Home Sport Sport Macerata

Lega Pro: Arezzo-Maceratese 1-0, Rata ko e addio secondo posto

0
CONDIVIDI
Maceratese
Maceratese
Maceratese

MACERATA 2 MAG. La Maceratese cade ad Arezzo e deve lasciare il secondo posto nelle mani del Pisa che passa all’Arena Garibaldi sulla Lupa Roma di misura.

Per la Rata terzo posto matematico ed ultimo turno ininfluente. Per i biancorossi di Cristian Bucchi la terza piazza è in ogni caso un risultato storico. Ed ora si pensa già all’appendice della stagione. Quei play-off che potrebbero prolungare il sogno di un’intera città!

1° tempo
La Rata parte, come annunciato, con un assetto diverso dal solito. Davanti a Forte: Imparato, Fissore, capitan Faisca e Sabato a comporre la cintura difensiva; Orlando, Togni e Giuffrida a centrocampo; Kouko, Potenza

 

 

e Colombi in attacco

Al 4′ gran botta di sinistro di Luca Tremolada che sfiora il palo alla destra di Forte.
6′: Ciccio Potenza tenta la percussione a sinistra e cade in area. Per il signor Rossi tutto regolare.
7′: Tremolada lancia Defendi che tenta un diagonale dalla destra ma colpisce male la palla, ampiamente a lato.
11′: assist di Orlando per Imparato che ottiene il primo calcio d’angolo, battuto da Togni, senza esito.
12′: prodigioso recupero lungo l’out destro difensivo di Potenza (!)
14′: sinistro al volo dell’onnipresente Potenza che viene bloccato da Baiocco.
17′: il cross profondo di Sabato dalla sinistra non inganna Baiocco che interviene in presa aerea.
20′: un altro grande recupero dell’utilissimo Potenza, stavolta a destra, ai danni di Brumat, con palla in fallo laterale.
22′: Greco dalla destra per Masciangelo, il cui cross è preda di Forte.
Un minuto dopo recupera un buon pallone Giuffrida per porgerlo a Colombi, il cui sinistro frutta il secondo corner del match per la Rata.
26′: Maceratese vicina al gol con un traversone dalla sinistra di Sabato leggermente troppo lungo per Kouko.
28′: in contropiede Tremolada serve al centro dell’area Brumat che, tutto solo, si divora il gol del vantaggio alzando grossolanamente la mira.
Alla mezzora esatta Potenza cerca il pertugio dalla sinistra ma ottiene solo il quarto tiro dalla bandierina. Sugli sviluppi ci provano Faisca e Fissore, ma gli amaranto chiudono ogni varco.
Intanto il primo ammonito è Pugliese.
34′: Defendi serve Greco al limite dell’area. Destro improvviso dell’aretino, ma abbondantemente sul fondo.
35′: ancora Greco al tiro, Forte in due tempi.
37′: quinto calcio d’angolo per i biancorossi a seguito di un’incursione di Orlando. Sugli sviluppi bomba di Potenza, Baiocco non trattiene ma sul tentativo di tap-in di Kouko si alza la bandierina del guardalinee.

42′: Colombi sfiora di testa su un traversone dalla sinistra e Orlando, appostato sul secondo palo, non ce la fa a spedirla nel sacco nonostante l’avvitamento. Palla troppo profonda.
43′: Orlando si incunea centralmente e va giù. Sembra calcio di punizione ma Rossi lascia proseguire.

Dopo 2′ di recupero si va al riposo sul risultato di partenza.

2° tempo

2′: Greco per Defendi che in spaccata buca Forte: Arezzo in vantaggio: 1-0.

8′: dentro Fioretti per Colombi.
13′: Foglia per Togni.
15′: Bentancourt per Greco.
18′: Potenza si libera bene sulla sinistra, poi centra per Kouko che però viene neutralizzato.
22′: Fioretti sulla sinistra dell’area finta il tiro per poi cercare il dribbling che però non inganna Milesi che gli fa perdere il tempo.
Terzo ed ultimo cambio per Bucchi, che mette in campo il capocannoniere Buonaiuto per Potenza.

25′: Carlini per Masciangelo.
29′: Giuffrida di esterno destro serve a centro area Kouko che in girata, al volo, obbliga all’intervento delicato Baiocco.
31′: Buonaiuto innesca Sabato a sinistra. Dribbling alla Savicevic dell’esterno biancorosso e palla al centro. C’è una deviazione che fa prolungare la traiettoria della sfera che arriva a Giuffrida, il cui tiro al volo termina a lato.
Poi un altro tentativo di Orlando, con palla di nuovo fuori.

34′: ennesimo traversone di Sabato dal fondo sinistra, Fioretti opera un tiro cross con palla di un soffio fuori dello specchio, mentre Kouko interviene, ma in off-side.
Baiocco si inerpica per anticipare di pugno Kouko ma, ricadendo, si fa male. Gioco fermo. Baiocco, nonostante le cure, non ce la fa. Gli subentra Ronchi che debutta.
44′: Faisca stende Bentancourt e viene ammonito. Il sinistro di Tremolada da calcio piazzato è alto.
Intanto 6′ di recupero.
Ma non accade più nulla.

Prima vittoria della gestione Bucaro per l’Arezzo che ottiene la salvezza matematica. Per la Maceratese, dopo 13 risultati utili consecutivi, arriva la sconfitta e, a causa della concomitante vittoria del Pisa sulla Lupa Roma, il terzo posto matematico nel girone B dove il Pisa è sicuro del secondo (+4 sulla Rata) con una giornata di anticipo.

AREZZO-MACERATESE 1-0

AREZZO: Baiocco (41′ st Ronchi), Brumat, Masciangelo (25′ st Carlini), Capece, Madrigali, Milesi, Pugliese, Feola, Greco (15′ st Bentancourt), Tremolada, Defendi. (A disp. Panariello, Gambadori, Benedetti, Mariani, Varano, Mendicino, Bismark, Garbinesi)

All. Giovanni Bucaro

MACERATESE: Forte, Imparato, Sabato, Togni (13′ st Foglia), Fissore, Faisca, Orlando, Giuffrida, Colombi (8′ st Fioretti), Kouko, Potenza (24′ st Buonaiuto). (A disp. Ficara, Clemente, Altobelli, Karkalis, Carotti, Massei, Alimi, Talamo)

All. Cristian Bucchi

Arbitro: Luigi Rossi di Rovigo (Stefano Squarcia di Roma 1-Federico Grillo di Pordenone)

Reti: 2′ st Defendi

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here