Home Sport Sport Macerata

Lega Pro: Maceratese-Tuttocuoio 2-1, ritorno alla vittoria in casa

0
CONDIVIDI
Maceratese
Maceratese
Maceratese

MACERATA 10 APR.  La Maceratese torna a vincere in casa contro un Tuttocuoio indiavolato ma che alla fine deve issare bandiera bianca.

Del resto, in quanto a diavoli, mister Bucchi aveva chiesto ai suoi una prova “disumana” e la riapertura della Curva da 666 (il numero di Belzebù!) posti sono stati degni stimoli per una prova dei biancorossi tutta furore.

Contro la quale i neroverdi, pur con l’ingresso di… Kristo, anche se di scena nella Civitas Maria, non hanno potuto reggere l’urto. Passando dalla fede al puro dato calcistico, non possiamo non rimarcare la seconda “perla” stagionale dell’Orlando che, partito dall’inizio, è risultato immediatamente Furioso, per giunta di destro, il piede con cui cammina ma preferibilmente non calcia. E l’acuto di Fabio Foglia che ci ricorda, passando dal pallone alla pallina, Corrado Barazzutti. Un soldatino meno appariscente rispetto a campioni di fama ma che, grazie alla profonda determinazione, ha raggiunto livelli di assoluta eccellenza come l’indimenticabile tennista che, meno noto o spettacolare di Adriano Panatta, entrò a suo tempo nella top 8 garantendosi la partecipazione al Master di New York con i campionissimi della racchetta di ormai tante stagioni fa. Per lo stratosferico Foglia, al termine di una prova… disumana, si conta il sesto gol stagionale, bellissimo per “tigna”, vigoria agonistica e capacità balistica ma soprattutto determinante per una vittoria che significa un ulteriore passo verso il traguardo play-off.

 

1° tempo

Inizio al fulmicotone della Rata che passa dopo una manciata di minuti. Su un traversone dalla sinistra di Fioretti, al 5′, Orlando attende il primo rimbalzo della palla e poi trafigge imparabilmente, incrociando di destro (!) Feola: 1-0.
6′: Forte anticipa con la gamba destra Masia, si fa anche male ma evita il pareggio in corner.
14′: Buonaiuto prova da calcio da fermo ma colpisce la barriera.
17′: Fioretti tenta il gol dalla lunga distanza, ma sfiora soltanto il bersaglio.

Il Tuttocuoio è disposto con il 5-3-2 in chiave difensiva, che si tramuta in 3-5-2 quando i neroverdi avanzano. La Rata risponde con il 4-4-2 con Orlando al posto dell’acciaccato D’Anna a destra e Buonaiuto a sinistra. Davanti… attenti a quei due: Kouko e Fioretti!

27′: Giovinco, il fratello della “Formica atomica”, scatta in posizione regolare sul settore di sinistra, ma Forte scorta il pallone in fallo di fondo.

30′: “giallo” per capitan Falivena che abbatte Togni a centrocampo.

Intanto Buonaiuto da alcuni minuti staziona nella zona destra del pacchetto centrale, vicino a Togni, alla cui sinistra manovra Foglia. A destra l’Orlando è tornato “Furioso”. Quando i biancorossi si difendono anche Kouko dà man forte a centrocampo, lasciando solo in avanti Fioretti. La Rata passa con disinvoltura anche al 4-5-1.

40′: Ferraro stacca bene e di testa incorna prima sul palo e poi in rete una punizione dalla destra di Giovinco: 1-1.

44′: Alessio Esposito sparacchia a lato sugli sviluppi di un calcio d’angolo causato da una pericolosa, involontaria deviazione di un biancorosso su un tiro da fuori.

Allo scadere, Foglia ruba palla in area e prova di forza con il sinistro, ma trova Feola pronto alla deviazione. L’arbitro non fa battere il tiro dalla bandierina perché oltre il minuto di recupero. La riaperta Curva Just, ovviamente, non gradisce!
La prima frazione si chiude quindi sull’1-1. Risultato che va stretto alla Maceratese.

2° tempo

Dopo un giro di lancette viene ammonito Altobelli per un fallo da tergo. A distanza di qualche minuto prima Fioretti si libera al limite ma calcia con traiettoria “divergente” sul fondo, poi il Tuttocuoio si propone in contropiede ma non trova lo specchio.

8′: ammonito, dopo Altobelli, anche Alessio Esposito.
10′: “giallo” pure per Buonaiuto.

11′: su punizione di Giovinco, Forte chiude bene in angolo.
12′: sugli sviluppi contropiede fulminante della Rata con Togni che pesca Foglia, il quale percuote centralmente e stanga con il destro in rete per la sua seconda perla stagionale al Tuttocuoio: Feola cerca di opporsi ma deve capitolare: 2-1!

15′: Giovinco trafigge Forte ma è in “fuera de juego”. Sospiro di sollievo per la Rata.
Togni esce per Giuffrida.
19′: doppio cambio. Dentro Colombi e Tempesti, fuori Fioretti e Masia.

21′: stavolta Giovinco calcia una punizione dai 25 metri alle stelle.
22′: Lucarelli spedisce dentro Kristo per Cherillo.
28′: Tempesti prova di drop ma alza la mira da sotto misura.
29′: Alimi per Orlando.
30′: Calvano per Bachini. Cambi esauriti.

Bucchi ruggisce in panchina, la fine del match si avvicina e non vuole cali di tensione.

39′: Faisca è ammonito per fallo di mano al limite dell’area. Momenti di trepidazione per il calcio piazzato da posizione più che invitante. Giovinco prova a infilare Forte che si supera in tuffo, chiudendo la propria porta a doppia mandata.

44′: Ferraro toglie il pallone calciato dalla sinistra di Buonaiuto dalla traiettoria vincente. Deviazione in angolo decisiva. Quarto tiro dalla bandierina per i biancorossi.

4′ di recupero.

La Rata ce la fa. Incamera tre punti pesantissimi e rosicchia due lunghezze al Pisa, bloccato dalla Lucchese sull’1-1, nella rincorsa ad una piazza play-off. Nerazzurri nel mirino. Il Tuttocuoio, seppur mai domo, deve inchinarsi con lo stesso risultato dell’andata a favore dei toscani.

Quando si dice la legge del taglione…

MACERATESE-TUTTOCUOIO 2-1

MACERATESE: Forte, Imparato, Sabato, Togni (16′ st Giuffrida), Altobelli, Faisca (Cap.), Orlando (28′ st Alimi), Foglia, Fioretti (19′ st Colombi), Kouko, Buonaiuto. (A disp. Ficara, Clemente, Karkalis, Fissore, Cerrai, Carotti, Potenza, Talamo, Massei)

All. Cristian Bucchi

TUTTOCUOIO: Feola, Marchetti, Ferraro, Muroni, Bachini (30′ st Calvano), Falivena (Cap.), Paparusso, Alessio Esposito, Cherillo (22′ st Kristo), Giovinco, Masia (19′ st Tempesti) (A disp. Raffaele Esposito, Colombini, Frare, Caponi, Peverelli, Picascia, Ricciardi, Shekiladze)

All. Cristiano Lucarelli

Arbitro: Andrea Tardino di Milano (Alberto D’Alberto di Teramo-Antonello Mangino di Roma 1)

Reti: 5′ Orlando, 40′ Ferraro, 12′ st Foglia

Note: ammoniti Togni, Falivena, Altobelli, Alessio Esposito, Buonaiuto, angoli 4-5, spettatori 702, rec. 1’+4′.

– See more at: http://www.ssmaceratese.it/lega-pro/news-lega-pro/961-la-rata-supera-il-tuttocuoio-con-foglia-bomber-e-l-orlando-furioso#sthash.lbQeWEjS.dpuf

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here