Home Spettacolo Spettacolo Ancona

Marche presenti a Milano alla Fiera BIT 2019

0
CONDIVIDI
Bit 2016

Forte delle ottime recensioni su quotidiani stranieri come The Times, che ha recentemente invitato a scoprire quanto sono belle le Marche, la nostra regione si presenta anche quest’anno alla BIT – dal 10 al 12 febbraio a Fiera Milano City -la manifestazione fieristica che da oltre trent’anni mette in contatto l’offerta e la domanda turistica nei mercati internazionali. E proprio in uno stand di 362 mq, dove campeggiano anche graficamente i focus su cui si concentrerà la proposta turistico-culturale marchigiana, ovvero le celebrazioni dell’Infinito leopardiano del 2019 e il cinquecenteraio della morte di Raffaello nel 2020, oltre al turismo sostenibile del Bike e le bellezze delle aree interne, si approfondirà nell’area di 50 mq denominata “Piazza Marche”  il tema che fa da sfondo a tutte le proposte:  “Marche e turismo internazionale, la nuova destinazione di tendenza”.

“Un tema – spiega l’assessore regionale Moreno Pieroni  – che declina e mette in connessione le scelte che hanno orientato le azioni della Regione Marche in questi tre anni:  forte investimento sul brand Marche, attenzione prioritaria con interventi mirati e in un’ottica di integrazione dell’offerta alle aree di crisi sismica; riqualificazione della ricettività alberghiera; potenziamento delle politiche di accoglienza;  incremento di nuovi cluster ( agli iniziali 6 cluster se ne sono aggiunti altri 3: turismo outdoor con il bike in grande crescita; gli itinerari del “saper fare – homo faber per la valorizzazione delle botteghe di produzioni artigianali; il wedding, le Marche come destinazione dall’estero per i matrimoni; il turismo scolastico);  rivitalizzazione dei territori dell’area del sisma,  la valorizzazione del patrimonio artistico conservato nei luoghi colpiti dal sisma ed un programma ricco ed articolato di esposizioni: ben 49 mostre promosse e sostenute dalla Regione, di cui 23 realizzate in area sisma a confermare che la Cultura ” può dare da mangiare” , per mantenere, come ci ascrive da anni il rapporto Symbola, la seconda posizione tra le regioni a vocazione turistico-culturale, intesa anche come sistema produttivo della creatività. Senza trascurare, inoltre, l’attivazione di nuovi mercati esteri di destinazione, come quelli di Lituania, Lettonia ed Ucraina. Insomma, la traduzione delle politiche turistico-culturali sta proprio nei  dati registrati dall’Osservatorio Regionale del Turismo, a consuntivo del 2018, che parlano di 2.243.499 arrivi e di 10.412.245 presenze. Con un incremento rispetto al 2017 del + 6,51% negli arrivi e di + 0,98% nelle presenze.”

Già dalla giornata di apertura emerge l’impronta di concretezza che caratterizzerà questa edizione della Bit marchigiana: una relazione di Gianluca Gregori – Pro Rettore Università Politecnica delle Marche dal titolo “Il turismo nelle Marche: fattore di sviluppo socio-economico molto rilevante e poco rilevato” in cui si evidenzierà, tra l’altro, l’incisività e il peso della voce “turismo” sul Pil regionale.

 

Altri momenti di riflessione e dibattito, con la conduzione di Alvin Crescini e Lucia Santini, da tra domenica 10 con l’assessore Pieroni e lunedì 11 con il presidente della Regione, Luca Ceriscioli che faranno un quadro del  “Bilancio delle politiche turistiche della Regione Marche in questa legislatura regionale e adozione di  strategie, obiettivi, programmi.” Seguirà  uno spazio dedicato al ruolo della Camera di Commercio delle Marche per il Turismo e le possibili sinergie con la Regione Marche”, con il presidente della Camera di Commercio delle Marche  Gino Sabatini e il direttore Confcommercio Marche Massimiliano Polacco.

Confermato il claim ” Marche, bellezza infinita” che non è solo un messaggio dell’effimero ma anche la modalità  con cui le Marche traducono concretamente la valorizzazione dei diversi patrimoni. Da rilevare anche la presenza di 38 Operatori turistici marchigiani nello stand Marche, ognuno dei quali avrà una propria postazione per incontri (si stimano complessivamente oltre 1.200 incontri di lavoro con buyers italiani e stranieri.) Per l’ormai tradizionale evento delle Marche fuori BIT, Lunedì 11 Febbraio 2019 ore 19 ai Chiostri di San Barnaba, la serata di promozione della destinazione Marche, condotta da Paolo

 

 

Notari,  organizzata in collaborazione con il gruppo editoriale CONDE’ NAST  che ha invitato 200 personalità del mondo milanese e lombardo a dibattere con Luca Dini, direttore editoriale delle riviste edite da Condé Nast e con Vittorio Sgarbi. Ospiti speciali i cantanti e solisti del Macerata Opera Festival.

Ampio spazio nella tre giorni, come sempre, anche alle proposte e ai progetti dei territori provinciali in un programma ricchissimo e articolato, tra itinerari nella bellezza e attività di spettacolo e sport

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here