Home Cronaca Cronaca Macerata

Molestie a una barista a Macerata, fermato nigeriano

0
CONDIVIDI
Polizia

Nel week end appena trascorso, la commessa di un bar sito in città, verso le ore 22.00, mentre si accingeva a rassettare il locale, uscendo dallo stesso per gettare la spazzatura, veniva avvicinata da un giovane di colore il quale, prima si offriva di aiutarla, dopodiche’ improvvisamente la aggrediva palpeggiandola violentemente.

La giovane, 20 anni, reagiva immediatamente riuscendo a divincolarsi dalla presa dell’uomo e a darsi alla fuga per le vie cittadine.

Verso le successive ore 22.30, la donna spaventata e sconvolta per quanto accaduto richiamava l’attenzione di una “Volante”, raccontando agli agenti quanto era accaduto e nel contempo forniva una dettagliata descrizione dell’uomo. Le ricerche del soggetto, sebbene attuate in maniera scrupolosa in tutta la città, non consentivano di rintracciare l’uomo, fino però al pomeriggio del giorno successivo, allorquando in V.le Don Bosco, gli agenti della “Volante” rintracciavano e fermavano un uomo di colore le cui descrizioni corrispondevano con quelle fornire dalla ragazza aggredita. In seguito, i successivi accertamenti espletati dalla Polizia di Stato hanno permesso di identificare l’uomo fermato come l’effettivo autore dell’aggressione nei confronti della donna.

 

L’uomo, identificato per un cittadino nigeriano di 26 anni, è risultato irregolare sul territorio nazionale, pluripregiudicato per reati contro la persona e per aver commesso in più di una occasione violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale. Nel giugno del 2017 l’uomo è stato deferito all’A.G. anche per un fatto accaduto in un’altra regione allorche’, presso la sede dei servizi sociali ove erano presenti anche bambini, aveva commesso atti contrari alla pubblica decenza.

Per i fatti accaduti a Macerata, il giovane nigeriano, ritenuto responsabile del reato di violenza sessuale, è stato sottoposto a Fermo di Polizia Giudiziaria ed associato al carcere di Marino del Tronto (AP) a disposizione dell’A.G..

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here