Home Economia Economia Ancona

Nuovo CCNL Logistica, coinvolti 1.000 trasportatori marchigiani

0
CONDIVIDI
Camion

E’ stato firmato il nuovo contratto di lavoro scaduto due anni addietro, che entrerà in vigore dal 1° gennaio dopo la valutazione che dovrà essere fatta sia dai lavoratori che dagli imprenditori. Dopo un iter lungo ed arduo, Confartigianato Trasporti, CnaFita, SnaCasartigiani e tutte le associazioni di settore insieme a Fit-Cgil, Fit-Cisl e UilTrasporti hanno sottoscritto il rinnovo del Ccnl logistica, trasporto merci e spedizione, scaduto il 31 dicembre 2015.
Il nuovo testo contrattuale, sarà in vigore per quattro anni e scadrà il 31 dicembre 2019.
Per Elvio Marzocchi presidente regionale di Confartigianato Trasporti, sono molti gli elementi innovativi: la nuova classificazione del personale, la settimana mobile e la discontinuità automatica per il personale viaggiante, misure di contrasto dell’assenteismo, la caduta del divieto di utilizzo del lavoro intermittente, il riconoscimento della bilateralità propria del sistema.
Sono state inoltre introdotte misure per favorire l’occupazione e per contrastare il dumping sociale delle imprese estere. Nell’ambito del rinnovo del CCNL è stata istituita una specifica sezione Artigiana dell’Autotrasporto che si applica alle PI che notoriamente posseggono i camion e quindi hanno esigenze specifiche ora riconosciute.
Il nuovo Ccnl, afferma Gilberto Gasparoni segretario di Confartigianato Trasporti Marche, coinvolge oltre 1.000 aziende del settore trasporti e spedizioni, che occupano circa 4.000 dipendenti, è un importante passo in avanti per il sistema della rappresentanza e costituisce uno strumento di grande utilità e di reale modernizzazione, con le nuove flessibilità introdotte, che potrà favorire l’auspicata ripresa del settore, che da anni si dibatte in una crisi profonda ed è alla ricerca di personale qualificato come gli autisti che non sempre sono reperibili sul mercato.
L’autotrasporto infatti da una parte ha subito la riduzione del numero delle imprese e dall’altra ha visto una crescita delle aziende strutturate e delle forme associative che stanno potenziando e rinnovando il parco veicoli, ricercando anche autisti.
Il nuovo CCNL trasporti e logistica prevede un aumento medio di 108 € (più un pagamento una tantum di 300 €) sullo stipendio che sarà erogato a scaglioni, l’ultimo dei quali nel luglio del 2019.
Inoltre il nuovo CCNL crea le condizioni per favorire l’occupazione giovanile, contrastare il distacco e la somministrazione tansnazionale ed in caso di appalti è stata introdotta una clausola sociale vietando inoltre i subappalti, prevedendo requisiti trasparenti per la scelta dei fornitori ed istituisce una maggiore flessibilità nell’orario di lavoro.
Confartigianato Trasporti Marche invita le imprese interessate a richiedere le necessarie informazioni presso l’area lavoro presente in tutte le strutture dell’Associazione al fine di avere le necessarie informazioni anche per l’impatto sui costi di esercizio e sulle conseguenti tariffe di trasporto, che necessariamente con il prossimo anno dovranno essere riviste per recuperare i maggiori costi sostenuti dalle imprese del trasporto merci e spedizione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here