Home Cronaca Cronaca Ancona

OFFIDA, AGEVOLAZIONE EDILIZIE IN OTTICA AMBIENTALE

0
CONDIVIDI
Offida

OFFIDAANCONA 3 LUG.  Offida premia chi costruisce e  riqualifica immobili, abbattendo le emissioni, nel rispetto dell’Ambiente e del territorio. L’Amministrazione Comunale con la delibera di consiglio ha infatti introdotto la possibilità di usufruire di riduzioni degli oneri di urbanizzazione nel caso di realizzazione di edifici a basso consumo energetico: l’abbattimento del 50% per le nuove costruzioni di classe energetica “A” e del 30%, nel caso di ristrutturazione di edifici di classe energetica “B”.

Sono previsti, in alternativa, abbattimenti degli oneri per edifici  (sia nuove costruzioni che interventi di recupero) che acquisiscono un determinato punteggio con il “Protocollo Itaca-Marche”. L’obiettivo è la diminuire i consumi energetici, quindi la riduzione delle emissioni di CO2, ma anche l’introduzione di un nuovo standard di progettazione che valorizzi l’immobile (come disposto dalla delibera di Giunte Regionale numero 1689 del 19 dicembre 2011).  Inoltre è prevista un’ulteriore importante agevolazione per quanto riguarda la quota del contributo di costruzione afferente il costo di costruzione: la Giunta ha deliberato la riduzione del 50% per gli interventi di ristrutturazione edilizia, recupero e riuso del patrimonio edilizio esistente. Questo al fine di agevolare e incentivare interventi edilizi finalizzati al recupero e riuso del patrimonio edilizio esistente, evitando il più possibili il ricorso al consumo di ulteriore suolo a fini edificatori.

“Il Comune – commenta l’assessore all’Urbanistica, Edilizia, Ambiente e Futuro Sostenibile, Roberto D’Angelo –  non avendo strumenti di politiche attive nel comparto economico, modula le imposte locali per cercare di far ripartire l’economia, garantendo di fatto delle agevolazioni. E se per il Turismo il Consiglio si è espresso per l’esenzione dalla Tari per i primi 3 anni delle nuove attività e, inoltre, la Giunta ha deciso di azzerare la Tosap a tutte le attività del centro, abbiamo deciso di puntare anche sullo sviluppo sostenibile dell’Ediliza e agevolare chi costruisce rispettando il territorio in linea con gli impegni che abbiamo preso con il Patto di Sindaci, approvando il Piano d’azione per l’energia sostenibile  (Paef) ”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here