Home Consumatori Consumatori Ancona

Osteoporosi, a Camerino l’iniziativa “Porte Aperte” a Palazzo Ducale

0
CONDIVIDI
Ospedale
Osteoporosi
Osteoporosi

ANCONA 19 OTT.  In occasione della Giornata Mondiale dell’Osteoporosi, giovedì 20 ottobre 2016 la SIOMMMS (Società Italiana dell’Osteoporosi, del Metabolismo Minerale e delle Malattie dello Scheletro) promuove l’iniziativa “porte aperte” in tutta Italia.
A Camerino presso Palazzo Ducale (aula Giulio Cesare da Varano), dalle ore 16.30 alle ore 20.00, si terrà l’incontro aperto alla popolazione finalizzato a sensibilizzare sull’osteoporosi, malattia assai diffusa e spesso sottostimata. Nonostante sia percepita come una malattia esclusivamente femminile, la mortalità e la morbilità dell’osteoporosi sono più elevate nel sesso maschile; inoltre, circa il 20% delle fratture di femore e il 50% delle fratture vertebrali nel nostro paese avviene nell’uomo.
I temi trattati saranno la fragilità dell’osso e rischio di fratture (dr.ssa Natalia Busciantella- Diabetologia e Centro Osteoporosi), I farmaci che curano l’osteoporosi (dr. Gianni Lamanna-Reumatologia), Prevenzione dell’osteoporosi e terapia non farmacologica, Ruolo dell’attività fisica e dell’alimentazione (dr.ssa Maria Giulia Cartechini- Diabetologia e Centro Osteoporosi). A seguire, è prevista una valutazione individuale del rischio di frattura (algoritmo Defra) e un buffet con alimenti “Amici dell’osso”.

L’osteoporosi provoca importanti conseguenze sulla deambulazione e sulla qualità della vita dei pazienti che ne sono colpiti in quanto può determinare, senza alcun segno premonitore, fratture talvolta molto invalidanti. L’incontro consentirà di conoscere le probabilità di andare incontro a fratture, invitando a rivolgersi al medico di fiducia per ulteriori provvedimenti diagnostici e terapeutici.

L’incidenza dell’osteoporosi è in aumento: oltre 5 milioni di persone sono affette da osteoporosi nella penisola e circa 2 milioni di anziani non sono autonomi perché affetti da disabilità, spesso provocata da fratture. Gli ultimi dati nazionali parlano di oltre 90mila ultrasessantacinquenni ospedalizzati per frattura di femore nel nostro Paese, con un costo a carico del SSN di oltre 1,2miliardi. L’aumento atteso del numero di femori rotti nel mondo è drammatico: saranno 6,3 milioni nel 2050, con una spesa di gestione di circa 500 milioni di euro.

 

SIOMMMS-Società Italiana dell’Osteoporosi, del Metabolismo Minerale e delle Malattie dello Scheletro è la più importante Società Scientifica che in Italia si occupa di promuovere la diffusione di conoscenze nel settore, il progresso scientifico e la prevenzione senza trascurare gli aspetti sociali di queste malattie. Attualmente riunisce oltre 500 soci in tutta Italia. Tra le sue attività: aggiornamento e formazione permanente dei soci, bandi a sostegno di giovani ricercatori e iniziative di sensibilizzazione sugli aspetti sociali di queste malattie. A livello internazionale, la SIOMMMS è membro di IOF (International Osteoporosis Foundation) e di ECTS (European Calcified Tissue Society). www.siommms.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here