Home Spettacolo Spettacolo Ancona

PARTITA LA FESTA DELL’UNITALSI A MOIE FINO A DOMENICA, STASERA TAPPA DI MISS ITALIA

0
CONDIVIDI

unita_moieANCONA 1 AGO.E’ partita ieri la Festa dell’Unitalsi a Moie che durerà fino a Domenica 3 Agosto. In dettaglio pubblichiamo il programma delle prossime tre serate della manifestazione.

La sera del primo agosto si svolgerà in piazza Kennedy una tappa del concorso nazionale di Miss Italia, la manifestazione che da 75 anni attira l’attenzione e l’interesse delle ragazze e di tutti gli italiani, dai primi tempi delle Miss Sorriso, al dopoguerra quando aiutò a dimenticare le difficoltà quotidiane, al periodo del boom, agli anni della contestazione, fino a diventare un evento televisivo e un fenomeno sulla rete durante tutto l’anno. Le aspiranti Miss, selezionate dall’Agenzia Pai, provenienti da ogni parte della provincia e regione, saranno le protagoniste delle selezioni importante che culmineranno con la consegna delle fasce alle vincitrici che proseguiranno poi verso la finale regionale prevista per il 21 agosto, dove verrà eletta la neo Miss Marche 2014. A condurre la serata sarà Marco Zingaretti. La serata si svolgerà in collaborazione con l’agenzia Relife Servizi Events di Giuseppe Filloramo. Le Miss sfileranno l’abbigliamento della boutique “Il Capriccio” e gli accessori moda de “L’altra Moda” e  gli occhiali dell’ “Ottica Centrale” di Moie.
Presidentessa di giuria sarà l’attuale Miss Marche 2013 la moiarola Nancy Bernacchia. Sabato sera lo spettacolo musicale “Bailando bailando…” con il gruppo “Amicizia e Solidarietà, “Siamo in missione per conto di Dio” liberamente tratto dalla commedia musicale “The Blues Brothers” con il gruppo “E siamo comunque bellissimi” e il ballo con Angelo e Sabrina. Domenica 3 agosto alle 18,30 la celebrazione della Santa Messa presieduta dal vescovo Gerardo Rocconi. Alle 17 i volontari si ritroveranno al cimitero per una visita alle tombe degli unitalsiani e dei benefattori e per una preghiera alla lapide dedicata alla fondatrice dell’Unitalsi moiarola morta in Argentina, dove aveva scelto di andare in missione. Nel corso della festa saranno in funzione gli stand gastronomici con alcune specialità delle cuoche unitalsiane; il servizio ai tavoli sarà garantito dai volontari più giovani. Le posate utilizzate saranno in materiale biodegradabile come segno di rispetto dell’ambiente e sarà utilizzata anche l’acqua della fontana pubblica. L’associazione nazionale Unitalsi risale al 1903 ed è diffusa a Moie dalla fine degli anni Quaranta quando organizzava i pellegrinaggi a Loreto, le feste, le raccolte di viveri, gli spettacoli, le visite nelle case dei malati. Dai documenti lasciati dalla fondatrice e presidente dell’Unitalsi di Moie, la farmacista Maria Ottavini Ridolfi, emerge uno spaccato di vita del paese, di gente generosa pronta a darsi da fare per offrire un po’ di sollievo e di aiuto a chi era in difficoltà. A quei tempi poter andare in pellegrinaggio a Loreto era un grandissimo regalo e l’Unitalsi di allora si inventava ogni occasione per farsi conoscere e per trovare aiuti. Da allora il gruppo è sempre stato attivo ed ha offerto l’opportunità a tante persone di conoscersi, di costruire delle belle relazioni di amicizia, di fare esperienza di volontariato, di confrontarsi con la realtà della sofferenza, di condividere il peso delle proprie giornate.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here