Home Cronaca Cronaca Ascoli Piceno

Patto per la sicurezza urbana: ad Ascoli si punta sulla videosorveglianza

0
CONDIVIDI
Piazza del Popolo ad Ascoli

La strada è oramai tracciata: la videosorveglianza e i patti per l’attuazione della sicurezza urbana sono strumenti fondamentali di controllo e presidio del territorio urbano.

Con questo spirito è tornato a riunirsi stamane il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica appositamente convocato dal Prefetto per l’approvazione del progetto di videosorveglianza presentato dai Comuni di Force, Acquaviva Picena, Folignano, Grottammare, Maltignano e Monteprandone. I sindaci hanno sottoscritto anche il Patto per la sicurezza, un documento che previsto dal cd. “Decreto Minniti”, si qualifica come un vero e proprio accordo di collaborazione tra Stato ed Enti locali nel quale sono contemplati interventi a tutela della sicurezza dei cittadini. La sottoscrizione dei patti, inoltre, consentirà ai Comuni di poter accedere a fondi pubblici per l’acquisto di nuovi sistemi di videosorveglianza.

La volontà dei Sindaci di sottoscrivere tali tipi di accordi, ha detto il Prefetto con soddisfazione, testimonia sia l’impegno costante della Prefettura verso il territorio, sia la crescente attenzione  che sempre di più accompagna l’azione amministrativa dei Sindaci della provincia verso strumenti in grado di prevenire fenomeni di criminalità predatoria e promuovere il rispetto del decoro urbano.

 

Il modello organizzativo impiantato prevede, inoltre, un impegno anche da parte delle Forze dell’ordine che, in sinergia con la Polizia locale, potranno migliorare gli scambi informativi ed effettuare la mappatura di aree e strutture in condizioni di degrado.

Erano presenti i vertici delle Forze dell’ordine e i Sindaci dei Comuni interessati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here