Home Cultura Cultura Pesaro-Urbino

Pesaro si dota di un campus della Musica

0
CONDIVIDI

La città rossiniana, che ha ricevuto dall’Unesco il titolo di Città creativa della Musica, si dota di un campus della musica: è stato presentato oggi, in presenza del presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, l’innovativo progetto da quattro milioni di euro di fondi europei intercettati da Pesaro  attraverso la Regione con il bando Iti (Investimenti territoriali integrati), che trasforma Palazzo Ricci in Campus della musica insieme al vicino Conservatorio e alla fondazione Rossini dei quali verranno ampliati gli spazi.

Alla presentazione ‘La strada per un progetto culturale intelligente’ nella chiesa di Santa Maria Maddalena di Pesaro, hanno preso parte oltre a Ceriscioli, Gianni Letta, Presidente della Fondazione Rossini, Matteo Ricci sindaco di Pesaro, Massimo Seri sindaco di Fano.

La cultura quale volano dell’economia marchigiana, ha puntualizzato il presidente Ceriscioli, “per questo la Regione ci investe, crede e lavora per l’alta formazione. La Regione destina circa 8 milioni di investimenti annui in cultura oltre alla parte straordinaria derivante da fondi europei. La Regione crede nell’alta formazione e questo campus ne è un ottimo esempio.

 

Un grande risultato per Pesaro, città a forte vocazione musicale che ha dato i natali al genio di Rossini, è il raggiungimento del riconoscimento di città creativa della Musica Unesco. Ricordiamoci che Rossini  lasciò il suo patrimonio immenso a Pesaro per creare un luogo di alta formazione musicale, la sua eredità è stata quella di creare la bottega della musica per formare i ragazzi nella città di Pesaro. Credo che lo sviluppo di progetti sull’alta formazione musicale e artistica sia la dimensione importante per una regione come la nostra che crede nella cultura e vuole dare luoghi e botteghe ai giovani di oggi che hanno tanto da esprimere” ha rimarcato IL presidente Ceriscioli.

SCHEDA PROGETTO

L’operazione parte da una strategia congiunta presentata dai Comuni di Pesaro e Fano che è stata ammessa a finanziamento europeo sull’agenda urbana per l’intero importo richiesto di  5.893.103,33 euro in quota FESR (di cui € 3.535.862,00 per Pesaro e € 2.357.241,33 per Fano),  a fronte di un investimento complessivo di circa 8,7 meuro. Agli importi assegnati a valere sul POR FESR si sono poi sommate ulteriori risorse per un ammontare complessivo di 500.000 euro destinate all’attivazione di azioni complementari a valere sul POR FSE 2014/2020.

La Strategia è incentrata sui due tematismi che caratterizzano le due citta, la Musica a Pesaro e il Carnevale a Fano, valorizzati attraverso una serie di azioni che vanno dalla formazione e sviluppo delle competenze (azioni finanziate con risorse del FSE) al sostegno alla creazione di filiere culturali, artistiche, creative. Si passa attraverso la  sostenibilità ambientale ed energetica, la valorizzazione e riqualificazione del patrimonio storico-culturale e la città digitale ed accessibile.

Per valorizzare il patrimonio culturale e musicale della città, il Comune di Pesaro ha scelto di convogliare la maggior parte delle risorse assegnate per la riqualificazione, il restauro e la valorizzazione di Palazzo Ricci, proprietà comunale oggi dismessa, che si trova nel centro storico della città a fianco di Palazzo Olivieri (sede del Conservatorio) e  realizzare così  il “Campus della Musica”. L’intervento è finalizzato ad accrescere l’offerta culturale della città con la creazione di un polo culturale integrato capace di migliorare l’attrattività di Pesaro dal punto di vista turistico e commerciale.

Verrà realizzata anche una sala ambisonica mobile per la riproduzione di contenuti sonori 3D con un elevatissimo grado di definizione audio e alla realizzazione di una Bibliomediateca – Archivio – Centro di documentazione musicale “Gioacchino Rossini

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here