Home Cronaca Cronaca Ascoli Piceno

Polizia Stradale Ascoli e Fermo, Melozzi “Mancanza di Mezzi”

0
CONDIVIDI
Polizia Stradale
Polizia Stradale
Polizia Stradale

ASCOLI PICENO 23 AGO. Il Segretario Provinciale del SIULP Massimo Melozzi lancia un grido d’allarme per la situazione in cui opera la Polstrada di Ascoli e Fermo con una grave mancanza di mezzi per poter effettuare un servizio di vigilanza sulle arterie viarie statali della riviera.

“La gravissima situazione del parco automezzi della Polizia Stradale delle Provincie di Ascoli Piceno e Fermo, rischia di compromettere gravemente se non addirittura di annullare tra qualche giorno, i previsti servizi di vigilanza stradale sulle strade statali della zona ma soprattutto lungo la Riviera Adriatica che va da San Benedetto del Tronto fino a Porto Sant’Elpidio, attualmente frequentate da migliaia di turisti.

Le poche auto di cui dispongono i Comandi di Ascoli Piceno, San Benedetto del Tronto, Fermo ed Amandola, hanno tutte superato i 200.000/250.000 e sono fuori garanzia, sebbene dovrebbero per legge essere dichiarate fuori uso intorno ai 180.000 km.

 

Questi Uffici, impiegano peraltro in servizio di vigilanza stradale, autovetture prive di apparati per le comunicazioni via radio o di sirena e lampeggiante, fondamentali per le emergenze e gli interventi in soccorso ai cittadini.

Diverse sono gli automezzi fermi nei garage perché non possono essere riparati per mancanza di fondi; per non parlare poi delle pessime condizioni igienico/sanitarie dell’abitacolo o climatizzatori in avaria.

Veramente indecente per le poliziotte ed i poliziotti lavorare per ore ed ore, con il caldo di qualche giorno fa e pur con tutta la buona volontà, in queste condizioni.

Dulcis in fundo, non sono previste auto in assegnazione; pertanto è quasi certo, come dicevamo, che nei prossimi giorni mancheranno diverse pattuglie, compromettendo altresì quei servizi serali e notturni per la movida e già programmati lungo la riviera per contenere la nota piaga dell’alcolismo tra i giovani che purtroppo è spesso causa di incidenti anche mortali”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here