Home Cronaca

PORTO-CENTRO, TASSISTI DI ANCONA CHIEDONO COLLEGAMENTI PIU’ VELOCI

0
CONDIVIDI

imageANCONA 29 LUG. I tassisti di Ancona chiedono un collegamento più agevole Porto – città. Magari creando una corsia agevolata o riservata per i taxi che dallo scalo portuale si dirigono in centro o alla stazione.
Hanno dato voce alla richiesta della categoria Benito Borioni Presidente Confartigianato TAXI e Gilberto Gasparoni Segretario Confartigianato TAXI di fronte all’area di sosta dei tassisti operanti nel porto di Ancona, nel molo Santa Maria. Presente alla manifestazione anche il Presidente dell’Autorità Portuale di Ancona Rodolfo Giampieri.
La viabilità attuale “ci costringe a portare i turisti fino al depuratore prima di giungere alla stazione o in centro – afferma Benito Borioni, Presidente Confartigianato TAXI – Quando accogliamo dei clienti che giungono al porto, per portarli in città siamo perciò costretti a portarli “a spasso” per la Zipa di Ancona, dando la sensazione che stiamo facendo giri su giri e chilometri di troppo per farli spendere di più e arricchire le nostre tasche. Non è così, dato che il tariffario è fisso – aggiunge Borioni – però l’impressione che i turisti riportano è quella.”
“Attualmente I taxi sono costretti ad uscire dal Porto per la tratta retrostante la fiera di Ancona e a girare quindi sotto lo svincolo dell’asse a sud, con tanto di passaggio a lato dell’impianto di depurazione che spesso rilascia odori indesiderati – aggiunge Gilberto Gasparoni, Segretario Confartigianato TAXI – Non è il miglior biglietto da visita, soprattutto nei confronti di un turista che magari è appena sbarcato nella nostra città e la vede per la prima volta. Davvero, non diamo una bella immagine di Ancona. Inoltre, lungo questo percorso può capitare che i taxi finiscano incolonnati dietro le lunghe file dei TIR con conseguenti ritardi nel servizio offerto alla clientela.”
Chiediamo una soluzione – ribadiscono Borioni e Gasparoni Presidente e Segretario Confartigianato TAXI. Chiediamo che al posto del percorso che oggi i tassisti debbono forzatamente compiere per uscire dal porto di Ancona si crei una uscita veloce riservata ai taxi e all’autonoleggio, ai mezzi pubblici e di soccorso, o dal varco Piazza della Repubblica, sotto la RAI, oppure in zona Mandracchio.
I taxisti anconetani, la portualità e la città di Ancona ne hanno bisogno, nell’ottica della valorizzazione del territorio, affermano Borioni e Gasparoni. Confartigianato Taxi perciò sollecita le Autorità competenti a collaborare in sinergia per trovare tutte le soluzioni possibili per garantire l’uscita veloce dei taxi dal Porto con una corsia agevolata, cosi come avviene in tutti i porti italiani, per poter fornire così un servizio di trasporto persone di qualità e lasciare nei turisti un ricordo positivo della nostra Ancona.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here