Home Cronaca Cronaca Ancona

Porto di Ancona-A14, Confartigianato spinge per soluzione

0
CONDIVIDI
Porto di Ancona

PESARO URBINO 9 FEB. Gilberto Gasparoni segretario di Confartigianato Trasporti Marche sottolinea che dopo aver perso decenni dietro ai vari progetti il Ministero deve ottenere progetti fattibili, immediatamente e concreti sui nuovi indirizzi previsti nel nuovo protocollo utilizzando la “potenza del Ministero” che con le sue strutture centrali e periferiche deve fornire soluzioni concrete e tempi stretti perché il porto e la città non ne possono più di promesse a vuoto. L’impegno assunto dalle Istituzioni e dal Governo con l’intesa fra Regione, Ferrovie, Autorità di Sistema Portuale, Comune ed Anas deve far correre tutto l’iter, progettazioni, autorizzazioni, appalto e realizzazione del nuovo collegamento tra Porto ed A 14 il tutto facendo acquisire all’ANAS la proprietà delle Via Flaminia dal porto alla nuova SS16. E’ incredibile infatti che, senza altre proposte, il collegamento porto A 14 passi per una strada comunale ed urbana. In questo contesto, è importante che venga realizzata la riprofilatura della costa dal porto turistico a Torrette in modo da ricostruire la linea ferroviaria più a mare, ampliare la Flaminia a 6 corsie e trovare una soluzione per il superamento delle Torrette anche riprendendo vecchi progetti. Altrettanto necessaria, afferma Gasparoni di Confartigianato è la realizzazione della quarta corsia della SS 16 almeno nella tratta Castelferretti – Torrette e le opere di snellimento a Torrette con la rotatoria ed i sovrappassi pedonali. Insomma non parole ma fatti per le imprese e la comunità marchigiana.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here