Home Spettacolo Spettacolo Macerata

Potenza Picena: Che Festival da Brividi

0
CONDIVIDI
Logo del Festival della Paura di Potenza Picena
Logo del Festival della Paura di Potenza Picena
Logo del Festival della Paura di Potenza Picena

MACERATA  3 AGO.  Scoprire, comprendere, vincere la paura. Qualsiasi paura, da quelle piccole, moleste ma quotidiane, al timore che ci assale per eventi fuori dalla nostra comprensione. Il Piccolo Festival della Paura, che animerà Porto Potenza Picena (MC) dal 17 al 19 agosto, si propone di essere momento di svago ma anche di riflessione sulla paura, l’horror, il terrore, e di studiarli, guardarli, esaminarli con occhio clinico per essere, alla fine, tutti un po’ più coraggiosi. Il festival è stato ideato dalla Libreria Safarà di Porto Potenza Picena e organizzato dal Comune di Potenza Picena; ha per direttori artistici Chiara Bordoni, Elena Galassi e Kristian Sensini, insieme all’agenzia di consulenze editoriali Scriptorama che curerà gli appuntamenti con gli autori.
Si comincia ogni pomeriggio con i laboratori e animazione per bambini, trucca-zombie, i mostri mangia-paure e il torneo del GdR Il Richiamo di Cthulhu. Si prosegue nella serata con proiezioni, zombie walk e incontri con gli autori Gianluca Morozzi, Claudio Vergnani, Danilo Arona, con letture sceniche delle loro opere, racconti intorno al fuoco e l’esposizione legata al premio fotografico.
Altra peculiarità del Festival, infatti, è il premio fotografico “Fotofobia”, che ha come obiettivo la definizione del concetto di paura. Le foto dovranno cercare di provocare, con l’uso di immagini – si legge nella presentazione dello stesso – tale effetto negli occhi di chi le osserva. Il bando del premio e le modalità di partecipazione si trovano su Facebook alla pagina dell’evento, oppure possono essere richieste a safaralibri@yahoo.it.
“Nei tre giorni del Festival le vie del borgo marinaro di Porto Potenza ospiteranno spettacoli, laboratori, incontri e workshop per grandi e bambini sui temi della paura e di come superarla” dichiara il direttore artistico Chiara Bordoni. “Le serate vedranno la proiezione di film muti del genere horror, incontri con tre autori italiani di horror, thriller e psycho-thriller, racconti e leggende di fantasmi e streghe intorno al fuoco, a cura della locale associazione teatrale Agorà, nonché una conferenza con medici esperti di virologia e contagio”.
Non si tratterà quindi solo di un momento di animazione, ma di un vero e proprio laboratorio sui temi della paura e delle sue molteplici forme, e ognuno degli ospiti partecipanti porterà, tra il serio e il leggero, il proprio contributo alla paura o gli stratagemmi per vincerla.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here