Home Spettacolo Spettacolo Ascoli Piceno

POTENZA PICENA, TORNA IL MUSICAL “SALVATORE GIULIANO”

0
CONDIVIDI

Locandina_Salvatore GiulianoASCOLI PICENO 27 APR.  Ritorna in scena il musical SALVATORE GIULIANO di Dino Scuderi, in una nuova veste e con un cast completamente rinnovato.

Su concessione di MediterrArea, Roberto Rossetti (interprete dell’edizione del 2011 che vedeva protagonisti Giampiero Ingrassia e Barbara Cola) curerà l’allestimento della versione scolastica professionale del musical riportando sulla scena la travolgente quanto tragica storia del bandito più famoso al mondo.

 

 

Dopo i successi nel 2001, quando lo spettacolo ha debuttato sotto forma di concerto nella prestigiosa cornice del Teatro Antico di Taormina, la storia di Salvatore Giuliano è stata rappresentata di nuovo dopo ben 10 anni dalla produzione MediterrArea per una tournée in tutta Italia che ha riscosso grande consensi di pubblico e di critica.

Oggi l’affermato performer di musical Roberto Rossetti, che ha preso parte alle più importanti produzioni teatrali degli ultimi anni come La Bella e La Bestia (Stage Entertainment), W Zorro (testi e liriche di Stefano d’Orazio e musiche di Roby Facchinetti), tournè mondiale con i CONCERTO a Dubai e la stessa versione originale di Salvatore Giuliano, ha deciso di riportare in scena uno spettacolo di grande valenza storica, culturale ed artistica, grazie ad un testo e a delle musiche già nel cuore di moltissimi spettatori.

In questa avventura che lo vede impegnato nelle vesti di regista, coreografo e direttore musicale, Roberto sarà affiancato dal light designer Ulisse Ruiz e per la parte organizzativa e produttiva dalla scuola di spettacolo Ritmosfera, diretta da Chiara e Serena Bianchini, un sodalizio nato più di dieci anni fa. L’allestimento nasce come percorso didattico professionale e il cast è formato da sedici giovani artisti i quali hanno già calcato il palco da professionisti.

 

Il cast è composto da: Francesco Properzi (Salvatore Giuliano), Monia Censi (Mariannina Giuliano), Alessandro Casalino (Nitto Minasola/Ensemble), Fabio Tartuferi (Don Calogero Vizzini/Ensemble), Alessandro dal Forno (Gaspare Pisciotta/Ensemble), Matteo Monachesi (A. Finocchiaro Aprile/Ensemble), Giulia Ciccarelli (Maria Cyliakus/Ensemble), Cristina Crescini (Contessa/Ensemble), Veronica Settembretti (Ensemble), Ilaria Gattafoni (Ensemble, Assistente alla regia), Silvia Gattafoni (Ensemble/Assistente alla regia), Sofia Vinciguerra (Ensemble), Benedetta Morichetti (Ensemble),  Andrea Mari (Ensemble), Pietro Micucci (Ensemble) ed Enrico Cuccaroni (Ensemble).

 

“Uno spettacolo speciale – secondo Rossetti – un turbinio di emozioni che solo una terra unica come quella siciliana può donare, un’atmosfera agrodolce, uno show culturale e credo che oggi più che mai ce ne sia un grande bisogno. Finalmente prende forma quello che è stato uno dei miei più grandi propositi, amalgamare il mio gusto e le mie idee registiche alle musiche epiche e a dir poco emozionanti scritte dal Maestro Dino Scuderi. Sarà un vero onore dopo aver fatto parte del cast originale nel 2011 riproporre al pubblico una grande opera, una storia vera, dove vengono rappresentati gli ultimi anni del famoso bandito, la situazione sociale e politica della Sicilia del dopoguerra e le affinità spesso oscure con quella nazionale”.

 

Il debutto dello spettacolo è fissato per l’8 maggio 2015 con repliche il 9 e il 10 maggio 2015 al Teatro Divina Provvidenza di Porto Potenza Picena, i biglietti sono già in prevendita ed acquistabili contattando i numeri 0733.880445 – 0733.881272.

 

“È stato un piacere immenso quando Roberto ci ha chiesto di poter  riallestire lo spettacolo –  dichiara Luca Notari a nome di MediterrArea – e senza nessuna esitazione abbiamo acconsentito perché questo spettacolo, come altri progetti dell’associazione MediterrArea, prende spunto dalla nostra storia e dal nostro passato, con la speranza di poter offrire al pubblico non solo intrattenimento  ma storie e personaggi che possano  anche dar luogo a momenti di  riflessione . Un popolo che ignora il proprio passato non coglierà nulla del proprio presente.”

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here