Home Economia Economia Ancona

Precari nella Sanità, Cgil Marche chiede una stabilizzazione

0
CONDIVIDI
Ospedale

In un quadro di condizioni di lavoro degli operatori della sanità marchigiana  pesantemente peggiorate in questi ultimi anni, si inserisce il fenomeno del precariato rappresentato dalle diverse figure professionali presenti nel Servizio Sanitario Regionale.

Parliamo di 1.350 fra uomini e donne che assicurano quotidianamente servizi sanitari indispensabili e si trovano ad operare in una condizione lavorativa di incertezza ed insicurezza.

La Cgil chiede alla Regione Marche una stabilizzazione della condizione lavorativa di queste persone.

 

 

Precari presenti nelle cinque Aree Vaste nelle quali si articola l’ASUR Marche :

 

 

Area Vasta 1 Pesaro Urbino 178 tempi determinati e 31 co.co.co ;

Area Vasta 2 Ancona 635 tempi determinati ;

Area Vasta 3 Macerata 113 tempi determinati e 30 co.co.co ;

Area Vasta 4 Fermo 136 tempi determinati e 27 co.co.co. ;

Area Vasta 5 Ascoli Piceno 173 tempi determinati e 27 co.co.co.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here