Home Politica Politica Ascoli Piceno

PRIMA RIUNIONE DELL’UNIONE COMUNI DELLA VALLATA DEL TRONTO: LE PRIME DECISIONI

0
CONDIVIDI

comuni_vallata_trontoASCOLI PICENO 20 SET. Si è svolto nel pomeriggio del 19 settembre, nella Sala consiliare di Castel di Lama, la prima adunanza di consiglio dell’Unione dei Comuni della Vallata.

Presenti: Valerio Lucciarini De Vincenzi; Maria Nazzarena Agostini, Doriano Albertini; Francesco Ruggieri; Gianluca Re; Alessandro Corradetti; Silvia Fioravanti (che ha sostituto il sindaco Daniel Claudo Ficcadenti); Luca Straccia; Luca Pulcini; Fabio Morganti (che ha sostituito il sindaco Andrea Cardilli); Francesco Faleroni; Alessandro Straccia; Luigino Nespeca; Alessandro Luciani; Angela Calvaresi; Tonino Silvestri.

Assenti: Rino Spaccasassi; Lucia Quaglia.

 

 

Tre i punti all’ordine del giorno previsti nella seduta più uno integrativo.

Punto 1 Comunicazione composizione Giunta e Deleghe

Valerio Lucciarini De Vincenzi, presidente. Con deleghe a Pianificazione, Sanità, Politiche per il sociale, Affari Generali; Personale.

Andrea Cardilli, vice presidente. Con deleghe a Gestione del Territorio, Patrimonio, Servizi Integrati, Rapporti con il Consiglio dell’Unione, Trasparenza.

Maria Nazzarena Agostini, assessore alla valorizzazione del sapere. Con deleghe a Cultura, Politiche di Integrazione, Università, Scuola e Formazione, Pari Opportunità.

Silvia Fioravanti, assessore alla dinamicità territoriale. Con deleghe a Politiche Giovanili, Turismo, Agricoltura, Trasporto Pubblico, Associazionismo.

Alessandro Luciani, assessore alla Programmazione. Con deleghe a Bilancio, Programmazione finanziaria, Tributi, Polizia dell’Unione, Protezione Civile.

Francesco Ruggieri, assessore allo Sviluppo. Con deleghe a Politiche del Lavoro, Ambiente e Futuro Sostenibile, Politiche dell’Energia, Attività Produttive, Commercio.

«Questo è il primo Consiglio concreto dell’Unione – commenta Lucciarini – le deleghe che sono bianche, servono a costruire un vestito per l’Unione che non ha mai, in passato, preso corpo nella sua completezza».
 

Punto 2 Presentazione documento contenente le linee programmatiche
Lucciarini: «Uno strumento decisivo che potrà costruire il suo protagonismo anche rispetto la nuova area vasta.
Servizi Sociali Trasferimento dei servizi sociali, con la gestione unitaria dei servizi per l’infanzia e l’attivazione di gare d’appalto uniche per mense scolastiche e trasporto scolastico. La gestione associata avviata ha centrato molteplici validissimi obiettivi, quali l’uniformità delle tariffe, dei servizi erogati, la omogeneizzazione della procedura, la professionalizzazione del servizio con figure qualificate.

Polizia municipale, Servizio in via sperimentale. Perfezionamento degli atti di trasferimento per la realizzazione di un corpo unico della Polizia locale dell’Unione, dotando di automezzi e personale.

Protezione Civile ragionare sul trasferimento della con un piano intercomunale
Tributi, gestione omogenea del servizio che garantisca un sistema tributario unitario.
Nuovi servizi previsti:

Informatizzazione, messa in rete dei sistemi informativi comunali, omogeneizzazione delle procedure, della modulistica, delle strutture dei siti web, dei portali, utilizzo uniforme dei network.

Gestione del personale, attivazione di un sistema unico di valutazione dipendenti.

Suap, che assicura l’unicità di conduzione e la semplificazione di tutte le procedure inerenti gli impianti produttivi di beni e servizi.

Servizio Ambiente e Rifiuti, coordinamento delle politiche di gestione del servizio al fine di uniformare il livello della raccolta differenziata e della qualità di erogazione delle prestazioni nonché l’ottimizzazione dei costi, avviando anche una trattativa con il soggetto gestore che coinvolga tutti i Comuni.

Turismo, un progetto unitario di marketing turistico territoriale che metta in rete lo straordinario patrimonio di bellezze architettoniche e di eventi.

Cultura, Lucciarini: «L’esperienza straordinaria di Pangea dovrebbe essere imitata. Grazie al lavoro di Nazzarena Agostini, si è riuscito ad avere plasticamente, in ambito culturale, l’Unione dei Comuni della Vallata del Tronto».
Stazione unica appaltante, altra opportunità, uno strumento indispensabile. Oggi abbiamo attivato un gruppo di lavoro al fine di impiantare una propria Sua.
Energia e Sviluppo intelligente, un futuro sostenibile è una scelta obbligatoria per lo sviluppo del territorio. Il Comune può difficilmente avere accesso a finanziamenti in tale settore. L’attivazione di un piano congiunto lo agevolerebbe, grazie a percorsi e un ufficio apposito.

Servizi cimiteriali, una gara unica permetterebbe di erogare servizi anche migliori realizzando economie di spesa.

Politiche sanitarie: mantenimento e il potenziamento dei servizi sanitari sul territorio per garantire la prossimità delle cure, che valorizza la centralità del cittadino e si realizza attraverso l’utilizzo di forme organizzative flessibili partendo dalle esperienze esistenti, quali le forme associative della medicina generale e l’integrazione con gli specialisti.

 

Lucciarini: «Manca un rapporto proficuo tra la direzione di distretto e l’ambito socio assistenziale. Dobbiamo puntare all’Ospedale unico del Piceno che non esiste neanche sulle carte. L’Unione deve dire la propria».
Politica agricola, si deve contare sullo sviluppo rurale ed è fondamentale l’apertura con le rappresentante del mondo agricolo per permettere la centralità dell’azienda agricola.

Sede che permetta ai cittadini di trovare tutti i servizi in un’unica sede.

Lucciarini: «Come già anticipato faremo delle giunte in tutti i sei comuni e incontreremo poi le amministrazioni di quei Comuni. Poi ci incontreremo con sindacati, associazioni di categoria e nell’ultima settimana di novembre, faremo un resoconto a tutti i cittadini.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here