Home Spettacolo Spettacolo Ascoli Piceno

PUBBLICO IN VISIBILIO PER “DALLA SIBILLA AL MARE..IL PICENO SI RACCONTA” A S.BENEDETTO DEL TRONTO

0
CONDIVIDI

DSC_0069 (Custom)ASCOLI PICENO 10 AGO. Grande successo e applausi scroscianti per lo spettacolo “dalla Sibilla al mare… il Piceno racconta”, organizzato dalla Provincia nello splendido scenario della darsena turistica del molo sud di San Benedetto del Tronto gremito da circa 2000 spettatori. Protagonista assoluto della serata è stato il territorio in un tripudio di luci, colori, musica, ballo, recitazione, danze aeree e acrobatiche, strepitose video-proiezioni e una “voce narrante” d’eccezione: il fiume Tronto che ha accompagnato il numeroso ed entusiasta pubblico in un viaggio, dalla montagna al mare, alla scoperta di un territorio millenario dove paesaggio, storia, cultura hanno costruito nei secoli un’identità unica nel suo genere. Tante le autorità presenti, a cominciare dal Prefetto di Ascoli Piceno dott.sa Graziella Patrizi, il Sindaco di San Benedetto Giovanni Gaspari e, naturalmente, il Presidente della Provincia Piero Celani che ha fortemente voluto questo evento per collegare le autostrade del turismo balneare con i sentieri dei centri storici della collina e dell’entroterra in un’osmosi di grande fascino e potente traino promozionale.

 

A presentare lo spettacolo il giornalista Filippo Ferretti che ha introdotto sul palco il Presidente Celani. “Da 5 anni la Provincia organizza questo evento di punta che, insieme al Festival dell’Appennino, rappresenta una vetrina straordinaria delle eccellenze del territorio – ha evidenziato il Presidentesperiamo che ora che le Province non avranno più competenze in campo turistico e culturale, altri enti raccolgano il testimone di un lavoro intenso e di un proficuo percorso tracciato per promuovere e valorizzare il Piceno. Il mio pensiero va a quanti vivono difficoltà nel mondo del lavoro e questo spettacolo costituisce e vuole anche essere un segnale di speranza per il rilancio dell’economia: ci sono le risorse umane, la qualità delle produzioni e l’energia per risollevarci e cogliere le opportunità di sviluppo, a partire proprio da una leva strategica come il binomio cultura-turismo. Un grande valore aggiunto che va posto in sinergia con l’agricoltura, l’enogastronomia, l’artigianato e l’industria manifatturiera“.

 

 

Lo spettacolo, su testi a cura dello storico e coreografo della Quintana Luigi Morganti si è aperto, e non poteva essere altrimenti, con l’immagine della Sibilla, simbolo del Piceno: quindi il via ad una girandola senza fiato di danze del corpo di ballo “Luci sulla Danza” di Lucilla Seghetti, accompagnate da stornelli, saltarelli, tamurriate di due ensamble straordinari: “l’Estorchestra” e il gruppo “Zigà”, composti dai musicisti Giulio Spinozzi, Fabio Zeppilli, Roberto Rosati, Berardo Piccioni, Domenico Candellori, Federica Romanelli (vocalist), Anselmo Albanesi e Matteo Maria Mariani che hanno riprodotto il fascino senza tempo di musiche popolari del nostro mare e delle nostre montagne. Profonda ed incisiva la voce recitante dell’attore Pino Presciutti ed apprezzati gli interventi in vernacolo dell’interprete Chiara Cesari dell’associazione culturale “Ribalta Picena”, intervallati dalla prorompente danza acrobatica degli artisti Claudio e Paolo Ladisa e dalle performance di danza aerea di Giulia Silvestri e Cecilia Troiani. Veramente coinvolgenti e di grande impatto visivo le video-proiezioni create da Daniele Troiani: fiamme, fiori, gabbiani, giochi d’onda e scorci della Montagna dei Fiori, della città delle Cento Torri, della costa e del porto di San Benedetto. Senza contare le luci ed effetti del ‘Number One Service’ di Giorgio Morgese. Gran finale, tra fuochi d’artificio e lanterne luminose, con un travolgente saltarello accompagnato da un’organista d’eccezione Luigi Coccia che ha coinvolto in alcuni passi anche il Presidente Celani, prima dei saluti finali di una serata davvero indimenticabile.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here