Home Cronaca Cronaca Ascoli Piceno

Rapina prostituta a S. Benedetto, arrestato bengalese

0
CONDIVIDI

Nel corso di servizi di prevenzione e repressione dei reati in genere, personale della Squadra di Polizia Giudiziaria unitamente ad una pattuglia della Squadra Volante del Commissariato di P.S., nella serata di martedì 05 giugno, si recava in un’abitazione sita in zona periferica della città ove era segnalata una presunta lite tra una giovane donna ed un cittadino extracomunitario.

Sul posto, il personale della Polizia di Stato aveva modo di apprendere che, la titolare dell’appartamento, una prostituta di nazionalità italiana, dopo aver consumato un rapporto sessuale a pagamento con un cittadino del BANGLADESH e ricevuto il relativo compenso precedentemente pattuito, veniva derubata, dallo stesso, di una ingente somma di denaro che custodiva all’interno di un cassetto di un mobile. La donna, accortasi del furto chiedeva immediatamente al cliente la restituzione del denaro ma, quest’ultimo, per garantirsi il profitto e l’impunità, le dava una violenta spinta, facendola cadere a terra, cercando di guadagnare l’uscita dall’abitazione. Tale manovra falliva in quanto la donna, in precedenza e per sua sicurezza, aveva chiuso a chiave il portone. La stessa, immediatamente, richiedeva in suo soccorso, l’intervento del personale di Polizia che giungeva rapidamente sul posto ed identificava l’autore del reato, pregiudicato, il quale, veniva trovato in possesso con tutta la refurtiva ancora nascosta all’interno delle tasche dei pantaloni indossati.

Attese le risultanze investigative, lo stesso, veniva dichiarato in arresto per rapina impropria ( art. 628 comma 2 del Codice Penale) e condotto presso la Casa circondariale di Ascoli Piceno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here