Home Cronaca Cronaca Ancona

REGIONE MARCHE, GLI UFFICI GIUDIZIARI SI RIORGANIZZANO

0
CONDIVIDI

tribunale-macerataANCONA 06 DIC.  La Regione Marche, nell’ambito della programmazione Europea FSE,  aveva aderito al progetto pilota avviato dalla Provincia autonoma di Bolzano destinato al miglioramento organizzativo dei processi lavorativi e all’ottimizzazione delle risorse materiali disponibili presso gli Uffici giudiziari. 

Il progetto ha dato una risposta concreta all’esigenza di realizzare un’iniziativa che, facendo una radiografia dell’esistente e passando attraverso una completa revisione dei processi lavorativi, fosse in grado di riorganizzare la struttura ed i servizi e di ottimizzare le poche risorse materiali, secondo criteri moderni in un contesto ambientale favorevole. I risultati di tale iniziativa sono stati talmente positivi da essere conosciuti e riconosciuti quale buona pratica, anche a livello europeo e quindi trasferiti ad altre realtà.  Dei buoni esiti conseguiti anche in tre strutture marchigiane – Procura della Repubblica di Macerata, Corte d’Appello di Ancona eTribunale di Ancona  – se ne è parlato oggi in Regione a conclusione del progetto “Diffusione delle buone pratiche a supporto del cambiamento organizzativo derivante dalla nuova geografia giudiziaria del Distretto.” in un convegno nel quale  sono intervenutil’assessore regionale al lavoro, Marco Luchetti , il Presidente Reggente della Corte d’Appello di Ancona, Carmine Pinelli, il Presidente del Tribunale di Ancona, Mario Vincenzo D’Aprile e il Procuratore Capo della Procura di Macerata, Giovanni Giorgio.

Inizialmente l’iniziativa è partita presso la Procura di Macerata e la Corte d’Appello di Ancona per poi comprendere anche il Tribunale di Ancona per ottimizzare e sfruttare le azioni già condotte dalla Corte di Appello. Sei le linee di attività che si sono sviluppate e attuate nel corso dei miglioramenti organizzativi:

 

Linea 1        Analisi e riorganizzazione degli uffici giudiziari al fine di migliorarne l’efficienza operativa e l’efficacia delle prestazioni rivolte agli utenti interni ed esterni;

Linea 2        Analisi dell’utilizzo delle tecnologie, adozione ed utilizzazione delle stesse per il  miglioramento organizzativo;

Linea 3        Costruzione della Carta dei servizi;

Linea 4        Accompagnamento alla certificazione di Qualità ISO 9001:2000;

Linea 5        Costruzione del Bilancio Sociale;

Linea 6        Comunicazione con la cittadinanza e comunicazione istituzionale.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here