Home Economia Economia Ancona

RETI DI IMPRESA, NUMERI IN CRESCITA NELLE MARCHE

0
CONDIVIDI
Imprese

impreseANCONA 19 MAG. Fare rete  è una concreta opportunità competitiva, però ancora poco utilizzata nella nostra Regione. Le imprese che operano in rete nelle Marche sono 359, secondo i dati Infocamere al 1° marzo 2015.La Confartigianato, Veneto Banca e AssoretiPMI organizzano ad Ancona giovedì 21 maggio alle ore 18.30 il convegno Le reti dimpresa. La migliore terapia contro la crisi e il mal di crescita presso il Centro Direzionale della Confartigianato in via Fioretti 2/a,  finalizzato a presentare sia le opportunità del fare rete, grazie anche alle testimonianze dirette di creatori e gestori di reti, sia le diverse iniziative a supporto che Confartigianato, Veneto Banca e AssoretiPMI stanno mettendo in campo. Lincontro coordinato dal segretario della Confartigianato provinciale di Ancona Giorgio Cataldi,  sarà aperto dai saluti di  Valdimiro Belvederesi, Presidente Provinciale Confartigianato Imprese; interverranno Eugenio Ferrari, Presidente di AssoretiPMI, e Alfredo Della Penna, Delegato regionale di AssoretiPMI, sulle motivazioni del fare rete, il legale Fabrizio Garaffa tratterà di Aspetti legali e fiscali delle reti dimpresa; il prof. Gian Luca Gregori Pro-Rettore dellUniversità Politecnica delle Marche presenterà alcuni casi di studio. Si proseguirà con le testimonianze di creatori e gestori di reti dimpresa: Enrico Bertacchi Presidente della Rete – Rete MPN- Gestione in rete dei porti turistici  e Dario Di Carlo Manager di Rete – Rete Italiatech.net – Odontoiatri in rete. Paolo Picchio, Responsabile Reti Confartigianato Ancona, interverrà su “Opportunità e prospettive per le Reti”, Fabrizio Mora, Direttore Centro Italia di Veneto Banca, su Veneto Banca per le reti dimpresa”. Coordina Giorgio Cataldi segretario della ConfaA causa delle dimensioni ridotte molte imprese italiane non hanno la possibilità di cogliere tante opportunità nel contesto globale: le reti dimpresa aprono molte porte alle nostre pmi e ne accrescono competitività e capacità. Per questo Veneto Banca è in prima linea per la loro costituzione non limitandosi a fornire linee di credito dedicate ma affiancando gli imprenditori ed ha aderito, tra le primissime banche italiane, ad AssoretiPmi   sottolinea Fabrizio Mora, Direttore Centro Italia di Veneto Banca – I vantaggi per le imprese sono numerosi e vanno dallo scambio di know-how alla riduzione dei costi, dal raggiungimento di dimensioni adeguate allo sfruttamento di economie di scala e di scopo alla riduzione dei rischi, senza dimenticare laccesso a fonti di finanziamento come quelle offerte dalla Banca Europea degli Investimenti e le agevolazioni fiscali. Uno studio di SACE afferma che le imprese italiane che hanno operato in Rete dallinizio dalla crisi ad oggi hanno, mediamente, aumentato i loro fatturati  dichiara Paolo Picchio, Responsabile Reti Confartigianato Ancona – Non solo: buona parte delle incentivazioni alle imprese che oggi vengono messe in campo dalle diverse Istituzioni sono ottenibili solo se la domanda arriva da una aggregazione di imprese. Ovviamente serve una adeguata progettualità allinterno della Rete e avere il coraggio di mettersi in discussione e provare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here