Home Economia Economia Ancona

Settore Manifatturiero, Marche Prima Regione in Italia

0
CONDIVIDI
Settore Manifatturiero
Settore Manifatturiero

ANCONA 29 GEN.  Marche Prima regione in Italia per la fabbricazione di calzature e di articoli in materie plastiche. Grande specializzazione per abbigliamento ed accessori. La nostra regione è la più manifatturiera d’Italia in termini di quota di occupati nel comparto sul totale dell’occupazione con il 30% a fronte del 20,2% in media in Italia, secondo una ricerca dell’Ufficio Studi di Confartigianato. Una leadership che è anche europea: per quota di manifatturiero le Marche sono all’8° posto tra le 131 maggiori regioni dei 28 Paesi UE.

Un primato tutto marchigiano su cui puntare per il rilancio dell’economia.
Aziende attente al cambiamento: nelle Marche le micro imprese che hanno introdotto innovazioni sono il 28,5% del totale delle imprese attive tra 3 e 9 addetti.
Sono proprio le piccole imprese a fornire  un apporto determinante alla leadership manifatturiera della nostra regione: più di 3 aziende su  4  hanno meno di 10 addetti; se si considerano le micro e piccole imprese con meno di 50 addetti (16.434) la quota sale al 97,7%.
Rilevante è anche il peso dell’Artigianato nel Manifatturiero marchigiano: le 13.767 imprese artigiane manifatturiere rappresentano il 59,4% delle imprese del comparto (media nazionale 54,8%) e i 55.257 addetti nell’artigianato manifatturiero sono il 35,1% degli addetti del settore (26,0% media Italia).
Per fare il punto sulle prospettive che si aprono per il settore nel prossimo futuro, Istituzioni, mondo accademico e imprese si confronteranno oggi ( sabato 30 gennaio dalle ore 10) alla tavola rotonda organizzata ad Ancona dalla Confartigianato, con il patrocinio della Assemblea Legislativa delle Marche, presso la sede Istao di Via Oliviero Zuccarini 15.
L’incontro sarà aperto dai saluti di Pietro Marcolini Presidente Istao, Valdimiro Belvederesi Presidente Confartigianato Imprese Ancona – Pesaro e Urbino, e Antonio Mastrovincenzo Presidente Consiglio Regionale Marche. Seguirà la presentazione della ricerca nazionale sullo stato del manifatturiero, ict e piccole imprese con Enrico Quintavalle Direttore Ufficio Studi Confartigianato nazionale e Fabiana Screpante Ufficio Studi Confartigianato Marche. Alla tavola rotonda interverranno Giorgio CataldiPresidente Camera di Commercio di Ancona, il prof. Gian Luca Gregori Pro Rettore Università Politecnica Marche, Graziano Sabbatini imprenditore moda e membro giunta Confartigianato Imprese Ancona – Pesaro e Urbino, e Andrea Rossi Responsabile Innovazione Confartigianato che presenterà dei casi di imprese artigiane che hanno introdotto delle innovazioni all’interno della propria attività. Coordina il giornalista Andrea Pancani.
Nell’ambito dell’apertura ai mercati, non si può trascurare il problema della contraffazione, che vede le nostre imprese manifatturiere artigiane particolarmente esposte: i prodotti maggiormente contraffatti – tra cui abbigliamento, apparecchiature elettriche e calzature – vengono realizzati in settori in cui operano  i makers artigiani delle Marche: la nostra regione risulta al 2° posto in Italia per quota dell’artigianato manifatturiero esposto alla contraffazione.
Ripartire dal manifatturiero significa, secondo Confartigianato, rilanciare la crescita perché questo comparto rappresenta l’asset più importante della economia territoriale. Il nostro modello di sviluppo non può prescindere dalla piccola imprenditoria manifatturiera, quella che non delocalizza e contribuisce a preservare il tessuto produttivo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here