Home Cronaca Cronaca Ancona

Sicurezza, controlli nella zona della stazione a Senigallia

0
CONDIVIDI
Polizia

ANCONA 9 SET.  Proseguono incessanti le attività di controllo effettuate da personale della Polizia di Stato nei luoghi frequentati da soggetti extracomunitari e nelle aree in cui sono presenti soggetti che svolgono illecitamente attività di parcheggiatori abusivi.

In questo ambito, dopo una serie di accertamenti eseguiti nella mattinata di ieri, personale del Commissariato di Senigallia, unitamente a poliziotti della Questura di Ancona, sono entrati in azione nell’area dei giardini Morandi- ex IAT. Qui, come già verificato nelle frequenti attività di contrasto svolte dalla Polizia nel corso della stagione, venivano notati in particolare due giovani che, all’arrivo di autovetture, si prodigavano per far parcheggiare l’auto avvicinandosi poi ai conducenti che talvolta elargivano del denaro. Accertato che tale attività proseguiva per un certo periodo, i poliziotti provvedevano ad avvicinarsi ai due giovani che, alla vista, accennavano ad una breve fuga che veniva arrestata prontamente.

I due soggetti, provenienti dal centro Africa, di circa 25 anni, risultavano in possesso di titolo per la permanenza sul territorio nazionale.

 

Ai due giovani gli agenti, comunque, procedevano ad elevare la contestazione prevista dal codice della strada relativa allo svolgimento dell’attività di parcheggiatore abusivo per la quale, oltre alla sanzione pecuniaria di circa 800 euro ciascuna, è previsto il sequestro del denaro provento dell’illecita attività che, nella circostanza, era pari a qualche decina di euro.

Durante gli accertamenti effettuati dagli agenti uno dei due giovani dava in escandescenza, ostacolando l’attività degli agenti e proferendo frasi offensive. Pertanto l’uomo veniva anche denunciato per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale.

Sempre nel corso dei controlli nell’area retrostante la stazione ferroviaria, in direzione del lungomare, gli agenti notavano un giovane extracomunitario che teneva in mano un borsone di notevoli dimensione. Pertanto, decidevano di controllare l’uomo e verificare il contenuto del borsone.

Il soggetto N.O. di anni 47, risultava essere un cittadino di origine senegalese ed all’interno del borsone venivano trovate numerose paia di scarpe riportante noti marchi di moda.

Condotto negli uffici del Commissariato , gli agenti verificavano la posizione del soggetto circa la presenza sul territorio, che risultava regolare, e verificavano che la scarpe contenute, circa 30, risultavano essere oggetto di contraffazione.

Pertanto l’uomo veniva denunciato per il possesso della merce contraffatta che veniva sottoposta a sequestro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here