Home Cronaca Cronaca Macerata

Sicurezza, numerosi controlli sulla costa del maceratese

0
CONDIVIDI
Polizia

Nell’ambito del rafforzamento dei servizi di controllo del territorio come disposto dal Questore Vincenzo VUONO, continuano i servizi di prevenzione e di contrasto all’illegalità in genere e al traffico di sostanze stupefacenti anche nelle località site lungo la fascia costiera e in particolare a Civitanova marche e Porto Recanati.

Nel corso dei servizi svolti dalla Polizia di Stato nella serata del 29 novembre a Civitanova Marche e ieri 30 novembre a Porto Recanati, con i rinforzi del Reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato provenienti da Perugia, sono state identificate 149 persone e sottoposti a controllo 85 veicoli. Due le persone denunciate all’A.G. in stato di libertà poiché contravventori al foglio di via obbligatorio con divieto di fare ritorno nel comune di Porto Recanati, un 38enne residente in provincia di Ancona e un 27enne di origini tunisine senza fissa dimora. Nel corso dei servizi sono state effettuate perquisizioni personali nei confronti di persone pregiudicate, note alle Forze di Polizia. A tal proposito, un 28enne di origini pakistane è stato trovato in possesso di alcuni grammi di hashish, motivo per cui l’uomo verrà segnalato alla competente Autorità quale assuntore di sostanze stupefacenti.

A Macerata, invece, gli agenti della Questura hanno notificato a 4 giovani di età compresa tra 24 e 25 anni di cui tre residenti in provincia di Macerata e uno in quella di Ancona, altrettanti verbali per ubriachezza in luogo pubblico per fatti accaduti alcuni giorni fa in questa Piazza della Libertà. I quattro, verso le ore 5.00 del mattino infatti transitavano in questa Piazza della Libertà in evidente stato di ebrezza alcolica e scendendo in Piaggia della Torre barcollando e urlando a squarciagola disturbando la quiete pubblica, prendevano a calci alcune fioriere poste nelle vicinanze detta Torre dell’orologio rovesciandole a terra. Gli agenti intervenivano immediatamente e mentre stavano identificando i ragazzi, questi tentavano di allontanarsi.

 

Subito raggiunti, sono stati tutti deferiti all’A.G. per il reato di Inosservanza dei provvedimenti dell’A.G. ed uno di loro anche per Oltraggio a Pubblico Ufficiale.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here