Home Cronaca Cronaca Pesaro-Urbino

Stupro Rimini, sarebbero tutti del pesarese i componenti del branco

0
CONDIVIDI
Stupro Rimini. L'arrivo del congolese arresto in Questura

PESARO. 3 SET. Sono tutti del pesarese i quattro ragazzi, componenti del branco, autore dello stupro ai danni di una turista polacca e di una transessuale peruviana, avvenuto la notte tra venerdì e sabato della scorsa settimana a Miramare di Rimini.

Sono un rifugiato congolese, arrestato nella notte, un nigeriano 17enne, arrestato dalla polizia e due fratelli marocchini, di 15 e 17 anni che si sono costituiti nella caserma dei carabinieri di Montecchio: sarebbero tutti domiciliati nel comune di Vallefoglia.

Vallefoglia è un Comune nato dalla fusione di Montecchio, Colbordolo e Sant’Angelo in Lizzola in particolare ha un tessuto sociale variegato con quindicimila residenti, di cui ben il 40 per cento non originario della zona.

 

I fatti potrebbero fare nuova luce su un’aggressione in spiaggia a Pesaro, avvenuta il giorno dopo quella di Rimini.

In quel caso una coppietta che si era appartata nella spiaggia del Sacro Cuore, su un lettino, era stata circondata da tre uomini, che i ragazzi avevano descritto di colore. In tre avevano rapinato dei cellulari la coppietta tentando di inseguire i ragazzi, che nel frattempo erano scappati urlando.

Stupro Rimini. L’arrivo del congolese arresto in Questura

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here