Home Spettacolo Spettacolo Pesaro-Urbino

Successo straordinario per la Festa del Formaggio marchigiano

0
CONDIVIDI

PESARO URBINO 23 SET.  Ha bissato il successo di pubblico della prima edizione la 2^ “Festa del formaggio marchigiano” l’evento all’insegna dell’eccellenza e della tipicità agroalimentare che si è svolto domenica 17 settembre, a Fiordipiano (Colli al Metauro) registrando, in una sola giornata, oltre 1000 presenze.

Sin dal mattino Fiordipiano ha ospitato centinaia di persone – adulti, bambini, scolaresche – pronte a rivivere le tradizioni del territorio e a gustare le eccellenze locali, in particolare quelle lattiero casearie. Prima su tutte la Casciotta d’Urbino, che nel 2017 ha festeggiato i suoi primi 21 anni di certificazione DOP, protagonista delle attività che si sono susseguite per approfondire le tematiche dedicate alla corretta educazione alimentare e al rispetto del territorio e dei suoi prodotti.

“La Casciotta d’Urbino si è comportata bene – ha scherzato Paolo Cesaretti, coordinatore del Consorzio di Tutela della DOP -. La nostra eccellenza continua a confermarsi tra le più apprezzate dal pubblico marchigiano e non solo per il suo gusto delicato e per le sue caratteristiche che consentono a questo prodotto di essere scelto come ingrediente sostitutivo nelle ricette tradizionali”. A provarlo la “Cascio e Pepe” e il “Cascioburger”, piatti andati a ruba durante l’evento.

 

Tra le iniziative più apprezzate della Festa “A scuola di latte”, laboratorio rivolto ai bambini proposto dalla cooperativa “Alimos” che ha coinvolto decine di giovanissimi. Affollatissime le dimostrazioni, fatte da esperti caseari, che hanno rivelato ai presenti trucchi e passaggi necessari per preparare la Casciotta d’Urbino DOP e le visite guidate, del mattino e pomeriggio, al caseificio Valmetauro Fattorie Marchigiane, preso “d’assalto” da circa 400 persone. Tra queste anche una scolaresca, composta da 80 studenti provenienti da Benevento, che ha deciso di dedicare alla “Festa del Formaggio Marchigiano” l’attività finale della settimana formativa fatta nella provincia di Pesaro e Urbino.

Momenti e giochi legati alla tradizione – come la secolare “Esibizione del lancio del formaggio pecorino stagionato”, appuntamenti divertenti, informativi e di intrattenimento, dimostrazioni casearie, le degustazioni guidate insieme all’enogastronomo Otello Renzi e dei prodotti “Food Brand Marche” e il lavoro degli artisti dell’Associazione ProArt di Piagge che hanno decorato e scolpito le forme di pecorini stagionati – hanno celebrato la storia di un territorio che ha regalato il primo formaggio DOP delle Marche.

Il Consorzio Casciotta d’Urbino DOP produce annualmente circa 200 tonnellate di formaggio. Una produzione stabile, a fronte di una richiesta crescente, a causa dei limiti di produzione di latte imposti dai dispositivi della DOP che tutela però (e ne garantisce la sopravvivenza) gli allevamenti presenti in zone svantaggiate. L’intera filiera, oggi, dà lavoro a oltre 500 addetti; il fatturato annuo è superiore ai 4 milioni di euro.

L’evento “Festa del Formaggio” è stato organizzato da: Proloco Comune di Montemaggiore al Metauro, Qui Da Noi – Cooperative Agricole; Istituto marchigiano enogastronomico – Food brand Marche; Consorzio di Tutela Casciotta d’Urbino; Trevalli Cooperlat; Istituto Marchigiano di Tutela Vini; Fondazione Museo del Balì.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here