Home Sport Sport Ancona

Tennistavolo, Sabrina Moretti premiata a Senigallia

0
CONDIVIDI
Tennistavolo

Per una manciata di preferenze Sabrina Moretti si è classificata alle spalle del mister della neo promossa Vigor Senigallia ottenendo un meritato successo personale dopo la vittoria agli Italiani Master.

Sabrina ha un passato sportivo di prestigio con la nazionale giovanile e poi assoluta ed una carriera lunghissima in serie A (32 anni tra A1 e A2) nonché numerosi titoli master. Ora segue i giovani del Centro Olimpico, soprattutto quelli che si avvicinano per la prima volta, con in tasca il patentino federale di allenatore.

Sabrina è conosciuta all’estero ma anche in Italia anche per una battaglia combattuta a metà degli anni 90 quando era in nazionale ed le regole internazionali del ping-pong prevedevano rigorosamente il gonnellino per le atlete. In altri sport da anni si era diffuso l’uso del body, indumento sicuramente più comodo quando i movimenti sono rapidi sia nelle gambe che nel tronco, ma nel tennistavolo si era in presenza di forti opposizioni. Sabrina, seguita dal mentore Enzo Pettinelli, pensò ad una rete a forma di gonnellino e maglietta da indossare sopra il body rispettando così il regolamento ma al tempo stesso facendo emergere il suo anacronismo.

Dopo un anno vinse Sabrina, il regolamento fu cambiato e venne la notorietà con la partecipazione ai più famosi talk-show dell’epoca che fecero ulteriormente conoscere il Centro Olimpico di Senigallia. Anche oggi molti contatti sul sito www.ping-pong.org provenienti dall’estero riguardano proprio Sabrina.



Loading...