Home Cronaca Cronaca Ancona

TERZA CORSIA E RIFORESTAZIONE A14, IL PROGETTO PARTE DA SENIGALLIA

0
CONDIVIDI

DSC_0178ANCONA 31 LUG. Verranno realizzati, a Senigallia, i primi due dei sessanta progetti di riforestazione finanziati da Autostrade per l’Italia, nell’ambito delle opere di compensazione per la realizzazione della terza corsia dell’A14 nella tratta marchigiana. La piantumazione delle aree, individuate dai territori, verrà realizzata, attraverso specie autoctone, con un investimento, a carico della Società Autostrade, di 11 milioni di euro. La riforestazione servirà a riassorbire parte del carbonio prodotto dal traffico autostradale, in linea con gli obiettivi del Piano nazionale di riduzione di gas serra, in adempimento del Protocollo di Kyoto. Gli ettari rimboscati risulteranno 420. Nei primi cinque anni, dopo la piantumazione, garantiranno un assorbimento stimato in 11 mila tonnellate di carbonio, che saliranno a oltre 26 mila dopo dodici anni, quando le piante avranno raggiunto uno sviluppo vegetativo rigoglioso. A Senigallia i due progetti verranno realizzati su aree pubbliche, scelte dall’amministrazione comunale. Il primo riguarderà la zona delle Saline, con un investimento di Autostrade di 139 mila euro (2,90  gli ettari coinvolti); il secondo quella di Cesanella, con un’estensione di 4,56 ettari e una spesa di 219 mila euro. Questa mattina, in Comune, il sindaco Maurizio Mangialardi e l’assessore regionale alle Infrastrutture, Paola Giorgi, hanno firmato le convenzioni che regoleranno i rapporti tra Autostrade, la Regione e il Comune. “Le Marche sono la prima regione in Italia che vede in atto questa tipologia di compensazione dei lavori autostradali, a dimostrazione che i necessari investimenti infrastrutturali possono dare luogo anche a positive iniziative di natura ambientale – ha detto l’assessore Giorgi – A Senigallia, ma anche nelle altre realtà marchigiane, gli investimenti creeranno opportunità di lavoro, in una fase delicata di crisi occupazionale che interessa il Paese e rafforzeranno la difesa del suolo: una priorità del territorio marchigiano sempre più avvertita, a fronte di eventi atmosferici sempre più intensi”. Giorgi ha poi indicato una prima tempistica dei 60 progetti di riforestazione: cinque sono pronti (i due di Senigallia e altri tre che riguarderanno Ancona), nove sono in fase di definizione. Entro il 2014, si prevede la stipula delle convenzioni di circa 34 progetti che ricadono nei comuni marchigiani, con la predisposizione totale di tutti gli interventi entro il 2015. Il sindaco Mangialardi ha parlato di un “momento importante per la città e per l’intera regione. Contribuisce ad abbattere l’impatto ambientale dell’infrastruttura autostradale. Entro ottobre potranno iniziare i lavori di riforestazione cittadina”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here