Home Cronaca Cronaca Ancona

Trazione Italia, Posti di Lavoro a Rischio: Preoccupazione del PD

0
CONDIVIDI
Bandiere del Pd
pd_bandiere
Bandiere del PD

ANCONA 5 AGO. Tutelare settanta posti di lavoro e garantire agli stessi stabile prospettiva occupazionale. È questo l’auspicio del Presidente del Gruppo consiliare del Partito Democratico, Gianluca  Busilacchi che esprime, a nome proprio e di tutto il Gruppo PD, la massima solidarietà ai lavoratori coinvolti nella vertenza della società Trazione Italia, collegata all’azienda Transmarche e svolgente attività di spedizione nelle Marche per la SDA.

La SDA, infatti, nella nostra regione ha appaltato la propria attività alla Transmarche, che impegna in subappalto anche altre società, tra cui Trazione Italia. Ed è proprio quest’ultima che sta riscontrando le difficoltà maggiori, in seguito a problemi di gestione delle attività oggetto di contratto da parte della Transmarche. Problemi che si riversano inevitabilmente sui lavoratori coinvolti, producendo effetti negativi: mancate retribuzioni, scarsità di lavoro, instabilità occupazionale.

“Dobbiamo tenere gli occhi aperti su tutte le situazioni critiche del nostro territorio – dice Busilacchi –. Ogni posto di lavoro che rischia di essere perso, è un pezzo della nostra comunità che rischia di andare in frantumi. La situazione è ardua, la crisi non lascia ancora la presa, ma per combatterla non possiamo ignorare o soprassedere su alcun contesto di difficoltà. Sulla vicenda della Transmarche – prosegue Busilacchi – invitiamo l’azienda, compresa l’appaltante SDA, ad un atteggiamento responsabile e di apertura nei confronti di tutti i lavoratori coinvolti e delle rispettive famiglie. Così come ci auguriamo che anche il governo centrale prosegua, come ha già dimostrato su altri fronti, l’opera di monitoraggio delle criticità aziendali, contribuendo alla migliore risoluzione delle problematiche”.

 

L’attenzione del Gruppo PD per la tutela del lavoro e dei lavoratori marchigiani, come ricorda il capogruppo Busilacchi, rimane alta, perché salvaguardare l’occupazione significa tutelare non solo l’economia, la produttività e la competitività regionali, ma anche la coesione sociale del nostro sistema, che da sempre è un punto di forza dei marchigiani.
nella vertenza della società Trazione Italia, collegata all’azienda Transmarche e svolgente attività di spedizione nelle Marche per la SDA.

La SDA, infatti, nella nostra regione ha appaltato la propria attività alla Transmarche, che impegna in subappalto anche altre società, tra cui Trazione Italia. Ed è proprio quest’ultima che sta riscontrando le difficoltà maggiori, in seguito a problemi di gestione delle attività oggetto di contratto da parte della Transmarche. Problemi che si riversano inevitabilmente sui lavoratori coinvolti, producendo effetti negativi: mancate retribuzioni, scarsità di lavoro, instabilità occupazionale.

“Dobbiamo tenere gli occhi aperti su tutte le situazioni critiche del nostro territorio – dice Busilacchi –. Ogni posto di lavoro che rischia di essere perso, è un pezzo della nostra comunità che rischia di andare in frantumi. La situazione è ardua, la crisi non lascia ancora la presa, ma per combatterla non possiamo ignorare o soprassedere su alcun contesto di difficoltà. Sulla vicenda della Transmarche – prosegue Busilacchi – invitiamo l’azienda, compresa l’appaltante SDA, ad un atteggiamento responsabile e di apertura nei confronti di tutti i lavoratori coinvolti e delle rispettive famiglie. Così come ci auguriamo che anche il governo centrale prosegua, come ha già dimostrato su altri fronti, l’opera di monitoraggio delle criticità aziendali, contribuendo alla migliore risoluzione delle problematiche”.

L’attenzione del Gruppo PD per la tutela del lavoro e dei lavoratori marchigiani, come ricorda il capogruppo Busilacchi, rimane alta, perché salvaguardare l’occupazione significa tutelare non solo l’economia, la produttività e la competitività regionali, ma anche la coesione sociale del nostro sistema, che da sempre è un punto di forza dei marchigiani.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here