Home Economia Economia Ancona

Vertenza Mercatone Uno, Pd Marche: Governo Assente

0
CONDIVIDI
Mercatone Uno

Dichiarazioni del Segretario Regionale Giovanni Gostoli e il responsabile regionale Pd Lavoro Pietro Casalotto sulla vertenza “Mercatone Uno.

“Il Partito Democratico delle Marche è al fianco della Regione, del Presidente Ceriscioli, dell’Assessore Bravi e dei Sindacati per chiedere al Ministero dello Sviluppo Economico di trovare una soluzione capace di risolvere la crisi di Mercatone Uno”. Il segretario regionale Pd Giovanni Gostoli e il responsabile regionale Pd Lavoro Pietro Casalotto intervengono sulla vertenza “Mercatone Uno”.
“È prima di tutto una questione nazionale. Di fronte a una situazione così grave, ci chiediamo dove sia stato il Ministro Di Maio dallo scorso agosto, momento della firma della cessione dell’azienda sotto la sua responsabilità: il governo infatti si è riattivato sulla vicenda soltanto a metà aprile, quando ormai era troppo tardi – ammoniscono Gostoli e Casalotto – “Eppure la vicenda avrebbe richiesto estrema attenzione: come spiegato da Carlo Calenda, ministro all’epoca della chiusura delle trattative, si era giunti a una soluzione dopo diverse aste andate deserte e l’alternativa alla vendita sarebbe stata la chiusura. Fortunatamente il precedente governo ha inserito una clausola di salvaguardia per riportare la societa’ in amministrazione straordinaria e salvaguardare i lavoratori in caso di problemi. Sarebbe stato necessario dunque – aggiungono i dem – un monitoraggio costante e accurato, ma il governo ha scelto di non interessarsi alla vicenda e di non intervenire quando ancora era possibile farlo”. E concludono: “Tutta la nostra comunità rimarrà vicina ai 1800 lavoratori di Mercatone Uno e in particolare ai 120 dipendenti delle sedi marchigiane di Pesaro, Monsano e Civitanova, che attendono di sapere quale sarà il loro futuro, auspicando che il Ministro Di Maio, il suo dicastero e il governo possano finalmente attivarsi per trovare una soluzione che salvaguardi l’occupazione e rilanci l’azienda.”



Loading...